“Yes we cash” sui muri, dieci persone rischiano denuncia


Fermate dalla Digos, la notte scorsa, in zona universitaria.

06 maggio 2010 - 18:24

Nel pieno della crociata anti-graffiti portata avanti dal Comune di Bologna, la scorsa notte la Digos  ha fermato dieci persone, in via Irnerio, con l’accusa di aver tracciato alcune scritte (“Yes we cash”, slogan della campagna per il reddito di cittadinanza) lungo i muri della zona universitaria. Molto probabilmente le persone fermate verranno denunciate per imbrattamento.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati