Viareggio / Trentotto indagati per la strage, tra cui Moretti


Il 29 giugno 2009 la fuoriuscita e successiva esplosione di un vagone cisterna di gas gpl causò 29 morti.

16 dicembre 2010 - 14:44

(dal sito di Radio Onda d’Urto)

Trentotto persone sono indagate nell’ambito dell’inchiesta della procura di Lucca sulla strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno del 2009, che ha provocato 32 morti. Sono in corso di notifica gli avvisi della richiesta di incidente probatorio. Destinatari anche otto enti, a cui viene contestata la violazione del decreto sulla responsabilità amministrativa. C’è anche l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti. Contestati, a vario titolo, i reati di incendio, disastro ferroviario, delitti colposi di danno, omicidio colposo e lesioni colpose. Contestata inoltre la violazione del decreto legislativo 81 del 9 aprile 2008, cioè quello in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

> Ascolta Il commento di Riccardo dell’Assemblea 29 giugno di Viareggio

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati