Viareggio / Stragi del lavoro e dei trasporti, verso un coordinamento dei comitati


Comunicato conclusivo del convegno del 23-24 ottobre nella città toscana dove il 29 giugno 2009 il deragliamento di un treno cisterna costò la vita a 32 persone

28 ottobre 2010 - 17:44

Comunicato sul Convegno “Giustizia e Sicurezza” – Viareggio 23-24 ottobre

Il Convegno promosso dall’Associazione “Il mondo che vorrei” e dall’Assemblea 29 giugno ha visto la partecipazione di numerosi familiari, cittadini e realtà organizzate. Nella prima giornata si è discusso di sicurezza nei trasporti, principalmente attraverso il contributo di lavoratori, sindacalisti, Rls, medici del lavoro; nella seconda giornata si è discusso di giustizia, principalmente con il contributo di familiari delle vittime, Comitati, associazioni, avvocati.
Una “due giorni” alla quale hanno partecipato oltre 200 persone, con 30 interventi nelle 8 ore complessive di lavoro.
Molti hanno ringraziato i promotori per questa bella esperienza; anche noi vogliamo e dobbiamo ringraziare quanti, e sono stati tanti, hanno trasmesso a tutti noi la loro preziosa testimonianza, la loro inguaribile sofferenza, la loro incrollabile voglia di non mollare .
Ringraziamo i familiari dei Comitati delle vittime di Linate, de L’Aquila, della scuola di S. Giuliano, della Moby Prince, le Associazioni delle vittime da amianto, Giuseppe Torselli, Gloria la madre di Matteo Valenti, Anna Vitale Di Lorenzo, Federica Barbieri, il Comitato “SalvaNovara”, Medicina democratica, la Rete nazionale per la sicurezza sul lavoro. E
ringraziamo il presidente della Croce verde, gli amministratori, i sindacalisti e gli Rls, i medici, gli avvocati ed i giornalisti intervenuti al dibattito.
La presidente dell’Associazione “Il mondo che vorrei”, all’apertura dei lavori di sabato e domenica, a nome dei promotori, ha dedicato “Un pensiero per Daniele .” (il giovane viareggino che il 25 agosto scorso ha perso la vita in un carcere francese) ed espresso la solidarietà e l’affetto alla mamma Cira e ai familiari di Daniele.

Nel raccogliere l’esigenza manifestata dai numerosi interventi, abbiamo pensato di dar vita ad un Coordinamento dei comitati, il ‘Comitato di comitati’, per unire e collegare permanentemente queste realtà e soggettività. Un’unione in grado anche di sostenere concretamente le persone singole più isolate e bisognose.
Inoltre, abbiamo deciso la pubblicazione degli Atti del Convegno per dare a tutti la possibilità di conoscere e riflettere sulle relazioni, sugli interventi, sul dibattito, sulle proposte.
Per sintetizzare il clima e lo spirito vissuti al Convegno riportiamo le parole di don Luigi a conclusione del suo intervento: ” . vi debbo confessare che qui sto bene, in questi due giorni ho visto l’aurora, ho paura ad uscire da questa sala perché non vorrei rivedere l’oscurità .”.
Concludendo, proprio per allontanare quell’oscurità, dobbiamo:

– costruire un coordinamento tra le singole realtà per incontrarci ed una rete
informativa per comunicare;
– elaborare e definire una prassi in tempo reale che, con riferimento alla “legge Linate” ed alla “legge Viareggio”, agevoli
la vita ai familiari delle vittime in attesa dei risarcimenti dovuti;
– pretendere che nessun reato di strage cada in prescrizione nel rispetto delle vittime e della sofferenza dei familiari.
Tante vite, tante storie, alle quali è stato cancellato il diritto di vivere, tanti bambini, ragazze, giovani ai quali è stato negato il diritto a conoscere il mondo . sarà il mondo, attraverso il nostro impegno e la nostra attività, a conoscere loro !
Grazie ancora a tutti i partecipanti.

I promotori:
Associazione “Il mondo che vorrei”
Assemblea 29 giugno

Viareggio, 25 ottobre 2010

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati