Verlicchi, sei manager indagati


Tra loro l’ex titolare e l’ad dell’azienda di Zola Predosa, presidiata per settimane dai lavoratori che hanno impedito lo smantellamento della produzione.

29 aprile 2011 - 18:36

Ci sono sei persone indagate per distrazione nell’inchiesta aperta dalla Procura di Bologna sul fallimento della Verlicchi, l’azienda di Zola Predosa presidiata per settimane dai lavoratori, dopo la presentazione dell’esposto della Fiom. Tra loro ci sono l’ex titolare e l’ad della Verlicchi. Gli altri quattro indagati sono il legale rappresentante e l’amministratore unico della polisportiva Jbf, due azionisti di Industrie Toscane, di Jbf e Tecnocontrol (tutte aziende che fanno capo al gruppo Caponi che rilevo’ l’azienda).

L’accusa e’ che i sei abbiano distratto il patrimonio della Verlicchi ed in particolare la partecipazione che la societa’ aveva al 100% in Verlicchi Casoli, dove lavorano circa 100 dipendenti (le cui quote societarie ed il cui patrimonio è stato sequestratod’urgenza). Ci sarebbe il sospetto, inoltre, che dalle casse dello stabilimento di Casoli siano stati sottratti alcune centinaia di migliaia di euro.

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati