Val di Susa / Luca Abbà fuori pericolo ma in gravi condizioni


L’attivista NoTav trentasettenne ferito stamattine non rischia la vita, ma è in coma farmaclogico, ha ustioni di secondo grado, fratture multiple, lesioni interne. In valle bloccate autostrada e statali. Proteste in tutta Italia

27 febbraio 2012 - 16:55

(da Senzasoste)

Sono partite questa mattina all’alba le operazioni di sgombero della baita Clarea, a pochi metri dai cancelli del cantiere della Tav. Nella mattinata la caduta di Luca Abbà, militante No Tav, da un traliccio dell’alta tensione mentre stava per essere raggiunto dalla polizia. Luca, 37 anni, agricoltore della Valsusa, molto conosciuto in Valle per la sua opposione alla TAV, si è arrampicato su un traliccio per provare ad opporsi alla cieca determinazione degli invasori. Era in diretta su Radio Black-Out e diceva rivolto a quelli di sotto: “Se non la piantate, io da quassù non me ne vado, avete capito?”. Poi, rivolto agli ascoltatori: “Ciao, vi saluto, un poliziotto rocciatore mi sta incalzando da sotto”. Gli invasori lo hanno incalzato da sotto, spingendolo a salire più in alto, dove è rimasto folgorato dall’alta tensione. Sotto il traliccio non era stata posta alcuna protezione prima di incalzarlo. Luca è caduto a terra con un volo di molti metri. Le sue condizioni sono apparse subito gravissime. I soccorsi, ritardati dai blocchi delle forze dell’ordine, hanno molto tardato ad arrivare. Alla fine è stato soccorso, intubato e trasportato all’ospedale CTO di Torino. A mezzogiorno e mezzo è stato dichiarato fuori di perciolo di vita, ma le sue condizioni restano molto gravi: Luca è in coma farmacologico, ha riportato ustioni di secondo grado alle gambe, ha fratture multiple allo sterno e alle costole e lesioni interne.
Le forze dell’ordine sono intervenute in grandi unità per allargare il perimetro delle recinzioni, bloccando preliminarmente l’autostrada coi mezzi blindati. La popolazione ha risposto bloccando anch’essa non solo l’A32, ma anche le statali n. 24 e n. 25 e la ferrovia.
Il movimento NO Tav ha dato indicazione di raggiungere immediatamente Giaglione. Le notizie frammentate che giungono dalla baita Clarea raccontano che non è in corso la sua demolizione: i 15 No Tav presenti da questa mattina si sono barricati dentro la costruzione No Tav.
Il movimento chiede a tutti/e coloro che si stanno muovendo in direzione dei blocchi per portare sostegno di portare bevande e cibo per resistere e bloccare lo sgombero.

Nel frattempo si stanno organizzando manifestazioni e presidi di protesta in tutta Italia

> Tutti gli appuntamenti:

ALBA – Ore 18.30 – Presidio rumoroso in Piazza del Duomo

ASTI – Ore 18 – Prefettura

BOLOGNA – Ore 18 – Piazza del Nettuno

BENEVENTO – Ore 18 – Prefettura (corso Garibaldi)

BERGAMO – Ore 19 – Piazza Matteotti davanti al Comune

BRESCIA – Ore 18 – Piazza della Loggia

BUSSOLENO – Ore 18 – Piazza della Stazione

CAGLIARI – Ore 18 – Piazza Costituzione

CHIVASSO – Ore 18 – Via Torino

COSENZA – Ore 18 – Piazza 11 Settembre

CREMA – Ore 18 – Piazza Duomo

CREMONA – Ore 18 – Piazza Roma

FIRENZE – Ore 17.30 – Prefettura (via Cavour)

GENOVA – Ore 18 – Prefettura (largo Eros Lanfranco)

L’AQUILA – Ore 16 – Appuntamento organizzativo a Casematte
– Ore 18 – Piazza Regina Margherita

La SPEZIA – Ore 17:30 – Corso Cavour angolo Via Rattazzi

LATINA – Ore 18.30 – Giardini Pubblici

LIVORNO – Ore 18 – Prefettura

LODI – Ore 18 – Piazzale Stazione

MANTOVA – Ore 18 – Prefettura (via Principe Amedeo 32)

MODENA – Ore 18 – Piazza Torre

MILANO – Ore 14.30 – Appuntamento organizzativo in Università Statale
– Ore 18 – Piazza San Babila

NAPOLI – Ore 16.30 – Piazza Trento e Trieste

NOVARA – Ore 18 – Piazza Cavour

NUORO – Ore 18 – Piazza Sardegna (Quadrivio)

PADOVA – Ore 18 – Prefettura (piazza Antenore)

PALERMO – Ore 18 – Prefettura (via Cavour)

PARMA – Ore 17.30 – Prefettura

PERUGIA – Ore 19 – Piazza IV Novembre

PISA – Ore 18 – Logge dei Banchi

PISTOIA – Ore 18 – Piazza Gavinana (Globo)

REGGIO CALABRIA ore 18:30 presidio in prefettura

REGGIO EMILIA – Ore 18 – Prefettura

ROMA – Ore 15 – Assemblea cittadina alla Facoltà di Fisica de La Sapienza
– Ore 17 – Piazzale Tiburtino

SALERNO – Ore 19 – Stazione Centrale

SARONNO – Ore 17.30 – piazza Cadorna (stazione ferrovie nord Milano)

SAVONA – Ore 17.45 – piazza Sisto IV

TORINO – Ore 13 – Prefettura
– Ore 15.30 – Comune di Torino
– Ore 17:00 presidio presso sede RAI
– Ore 20 – Veglia per Luca davanti al CTO

TRENTO – Ore 18 – Piazza del Duomo

TREVISO – Ore 18 – Piazzetta Aldo Moro

TRIESTE – Ore 18 – Piazza dell’Unità

VENEZIA – Ore 18 – Piazzale stazione Santa Lucia

VERONA – Ore 18 – Stazione Centrale

VIAREGGIO – Ore 17 – Stazione Centrale

VICENZA – Ore 18 – Piazza Castello

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati