Una “Giornata senza permesso” verso l’1 marzo [audio]


Domenica 20 febbraio’011, in vista dello sciopero del lavoro migrante. Leggi il report della conferenza stampa e ascolta gli audio di Babakar e Paola (Coordinamento migranti) e di Mohamed (Laboratorio hip hop on the move).

18 febbraio 2011 - 18:17

“Una giornata senza permesso”, domenica 20 febbraio’011 al centro Katia Bertasi di via Fioravanti, per preparare lo sciopero dei migranti dell’1 marzo. Il Coordinamento  migranti di Bologna e provincia, insieme agli altri promotori, ha presentato oggi l’iniziativa con una conferenza stampa.

L’appuntamento per lo sciopero di quest’anno, l’1 marzo, dovrebbe essere in piazza Nettuno alle 15,30. “L’anno scorso in piazza c’erano 15.000 persone- spiega Babakar- quest’anno ne aspettiamo molte di più”. Il Coordinamento migranti di Bologna sta già diffondendo un volantino con le informazioni pratiche su come scioperare. “L’anno scorso- aggiunge Paola- molti hanno scioperato individualmente. Quest’anno l’adesione di Fiom e Usi ci permette di dare copertura sindacale a chi decide di partecipare allo sciopero”.

Tematiche centrali dello sciopero saranno la legge Bossi-Fini, il reato di clandestinita’ e il pacchetto di sicurezza. “La situazione e’ molto peggiorata, ma questo e’ un motivo in piu’ per scioperare- spiega Babakar- non vogliamo piu’ essere considerati solo quando lavoriamo e abbandonati quando perdiamo il lavoro: dopo anni che siamo in Italia vogliamo far valere i nostri diritti”. Lo sciopero pero’ non riguarda solo i migranti. “Non e’ uno sciopero ‘etnico’, come alcuni hanno detto- prosegue Babakar- oggi sui lavoratori migranti si fanno dei ricatti che poi verranno spostati anche sui lavoratori italiani.

A garantire una giusta colonna sonora sia del 20 febbraio che dell’1 marzo ci penserrano i 40 ragazzi che ogni settimana danno vita al “Laboratorio hip hop on the move”. Il gruppo, che si trova tutti i martedi’ alle 16 al Xm24 di via Fioravanti, e’ composto da giovanissimi, italiani e figli di migranti nati in Italia. Lo scopo del laboratorio e’ dare voce ai giovani migranti di seconda generazione. “Per noi ragazzi figli di migranti e’ un problema vivere normalmente- racconta Mohamed, 15 anni di origini marocchine- pur essendo nati in Italia, a 18 anni abbiamo dovuto ottenere il permesso di soggiorno e trovarci un lavoro per evitare di essere espulsi dall’Italia e venire rimandati in un Paese che, in realta’, non conosciamo perche’ non vi abbiamo mai vissuto”.

> Ascolta gli audio:


> Il comunicato e il programma:

Domenica 20 febbraio, il Coordinamento Migranti Bologna e provincia invita a Una giornata senza permesso, una giornata di festa e dibattito sulle lotte dei migranti e sul Primo Marzo 2011. Ancora una volta il 1 marzo è lanciata la sfida dello sciopero del lavoro migrante. A Bologna lo scorso anno lo sciopero ci fu e fu visibile in piazza, quando un grande corteo si unì ai migranti e gli italiani che decisero di astenersi dal lavoro contro la legge
Bossi-Fini e il razzismo. Quest’anno, dopo le lotte della gru a Brescia e della torre a Milano, dopo la manifestazione regionale del 13 novembre a Bologna, vogliamo rifarlo! Per discutere delle prospettive del prossimo 1 marzo ci troveremo domenica 20 febbraio.

Una giornata di festa e discussione verso il 1 marzo e oltre il 1 marzo, dove discutere insieme delle rivolte nel Maghreb e in Egitto, di migranti, scuola e formazione, di lavoro, di legge Bossi-Fini, di pacchetto sicurezza. A partire dal protagonismo dei migranti e dalle lotte degli ultimi mesi.

Partecipano: studenti medi e universitari, Coordinamento Migranti Bologna e provincia, Coordinamento Migranti Castel Maggiore, Coordinamento Migranti Basso Mantovano, Associazione Diritti per tutti Brescia, Immigrati Autorganizzati Milano, delegati ed RSU che hanno partecipato allo sciopero dello scorso anno, comitato 1 marzo Bologna.

Per tutto il giorno ci sarà anche musica e attività per bambini, punto di assistenza legale e punto informativo delle scuole di italiano.
Alle 13 pranzo con specialità marocchine, tunisine, senegalesi e
pakistane.

@ Circolo Katia Bertasi, via Fioravanti 22, Bologna

* * * * * * * * * *

Il Coordinamento Migranti Bologna e Provincia vi invita a partecipare a
UNA GIORNATA SENZA PERMESSO!
Verso il 1° Marzo
Dalle 10 alle 20 presso il circolo Katia Bertasi, Via Fioravanti 22 – Bologna

… ABBIAMO FATTO LO SCIOPERO DEL LAVORO MIGRANTE E LO RIFAREMO!

> Programma:

Ore 10 – Attività bimbi e musica
Dalle ore 12 – proiezione video e testimonianze sulle rivolte nel
Maghreb e in Egitto.
Ore 13 – Pranzo con specialità marocchine, tunisine, senegalesi,
pachistane e…Musica
Ore 14 – Studenti migranti e italiani discutono di migranti e formazione
Ore 16.30 – Assemblea pubblica verso il 1° Marzo. Parteciperanno tra gli altri:

Coordinamento Migranti Bologna e Provincia
Coordinamento Migranti di Castelmaggiore
Associazione diritti per tutti Brescia
Immigrati Autorganizzati Milano
Coordinamento Migranti Basso Mantovano
Delegati RSU che hanno partecipato allo sciopero dello scorso 1° Marzo

A Seguire Concerti!

Nel corso della giornata saranno presenti banchetti informativi delle associazioni Harambe, Universo, Aprimondo, Trama di terre e un Punto
legale con lo sportello legale di XM-24.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati