Strasburgo / G8 2001, la Corte Europea assolve l’Italia dall’omicidio di Carlo


Con voto a maggioranza la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha assolto l’Italia e Mario Placanica per l’omicidio di Carlo Giuliani durante il G8 del 2001. 10 anni dopo, non è successo niente.

25 marzo 2011 - 16:08

da Radio Onda D’Urto

La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo, con sentenza definitiva, ha assolto oggi l’Italia dall’ accusa di avere delle responsabilità nell’ omicidio di Carlo Giuliani, il manifestante ucciso a colpi di pistola dai carabinieri durante gli scontri al G8 di Genova del luglio 2001. Con tredici voti a favore e quattro contrari, i giudici della Grande Camera hanno stabilito la piena assoluzione di Mario Placanica, il carabiniere che, a quanto pare, sparò a Carlo in piazza Alimonda. Confermata dunque la sentenza di primo grado emessa il 25 agosto 2009.

Con 7 voti contrari e 10 favorevoli, la Grande Camera ha poi assolto l’Italia dall’accusa di non aver condotto un’inchiesta sufficientemente approfondita sull’omicidio e dall’accusa di non aver organizzato e pianificato in modo adeguato le operazioni di polizia durante il G8. “Ci rivolgeremo al tribunale civile come unica possibilità di avere un dibattimento per l’omicidio di Carlo. Non ci arrendiamo” ha detto Giuliano Giuliani, padre di Carlo.

> Ascolta il commento di Luigi Malabarba, Sinistra Critica ai microfoni di Radio Onda D’Urto

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati