Spalatori “in movimento”


Tpo e Crash spalano in favore dei vicini, il comitato No People Mover si dà da fare in centro, Vag61 aiuta a liberare dalla neve il dormitorio Beltrame.

06 febbraio 2012 - 13:15

Viste le abbondanti nevicate che hanno colpito Bologna nei giorni scorsi, anche gli attivisti di centri sociali e movimenti si sono dati da fare per liberare strade e quartieri dalla neve. Sabato si è mosso il Tpo, in zona Porto: “La situazione del quartiere, abitato da famiglie con bambini piccoli e molti anziani- racconta il centro sociale di via Casarini- era davvero impraticabile: e via, armati di buona volontà, le/gli attivist@ hanno così ripulito i marciapiedi, i vicoli, le stradine che portano alle abitazioni”. Un secondo “round” è previsto per oggi.

Sempre sabato sono scesi in strada anche gli attivisti di Crash, “impegnati nella spalatura della neve in via del Sostegnazzo- si legge sul profilo Facebook del centro sociale- in supporto dei vicini”. Contemporaneamente, in centro città, erano intenti a spalare la neve anche gli attivisti del comitato No People Mover. Al grido di “Meno sprechi, più pale” hanno “liberato dalla neve e dal ghiaccio alcune fermate dell’autobus e l’ingresso della cattedrale di San Pietro, in via Indipendenza”. Il sindaco Virginio Merola “ha chiamato a raccolta i volontari perché il Comune non ha abbastanza soldi per usare le pale e distribuire il sale- scrive il comitato- ma è pronto a gettare oltre 100 milioni di euro per l’inutile monorotaia People Mover. Noi siamo accorsi per dare il nostro modesto contributo, e ora vogliamo continuare ad aiutare la città togliendo di mezzo anche il People Mover. Per decidere insieme come fare, invitiamo tutta la cittadinanza alla Prima Assemblea Metropolitana No People Mover di mercoledì 15 febbraio, alle ore 20, alla Sala del Baraccano in via Santo Stefano 119”.

Domenica, infine, è toccato a Vag61: “Un grazie di cuore alle compagne e ai compagni che oggi, armate/i di pala e buona volontà, hanno lavorato sodo non solo negli spazi di Vag61- si legge su Facebook- ma anche in quelli del dormitorio Beltrame di via Sabatucci, liberando vie d’accesso e mezzi bloccati dalla neve nel parcheggio”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati