L’Onda non si arresta! [aggiornamenti+audio+foto+comunicati]


Alle prime luci del 6 luglio la magistratura torinese ha eseguito numerose perquisizioni in tutta Italia ed applicato 21 misure cautelari nei confronti di diversi studenti dell’Onda. L’operazione, condotta su vasta scala nazionale, ha raggiunto studenti Napoli, Padova, Bologna, Torino, Roma e Milano, ai quali è stato contestato di aver partecipato alla mobilitazione contro il g8 dell’università di Torino del 19 maggio scorso.

31 luglio 2009 - 18:20

Alle prime luci del 6 luglio la magistratura torinese ha eseguito numerose perquisizioni in tutta Italia ed applicato 21 misure cautelari nei confronti di diversi studenti dell’Onda. L’operazione, condotta su vasta scala nazionale, ha raggiunto studenti Napoli, Padova, Bologna, Torino, Roma e Milano, ai quali è stato contestato di aver partecipato alla mobilitazione contro il g8 dell’università di Torino del 19 maggio scorso.

RIESAME: TUTTI FUORI DAL CARCERE

> Ma negati i permessi di lavoro

> La decisione dei giudici che stoppa Rewind

> I magistrati: “Onda teppista”, ma le accuse non reggono

> Liberi di sognare ancora, e forti delle nostre ragioni

> Lettera aperta alla città da Mato, Alle, Ernesto e Zua

DA BOLOGNA

Aggiornamenti:

Sabato 18 luglio’09

> Tempi lunghi, Ernesto il primo a lasciare la Dozza

> Per Mato, Alle, Zua ed Ernesto obbligo di firma

Venerdì 17 luglio’09

> Riesame, forse sabato la decisione

Giovedì 16 luglio’09

> Riesame, pm chiede conferma in carcere per quasi tutti e per Zua i domiciliari

> Riesame, il pm evoca le P38

> Libera l’Onda, sostieni le spese legali

> Venerdì 17 cena benefit a Crash

> Si riunisce il Tribunale del riesame, presidio a Bologna

Mercoledì 15 luglio’09

> Striscione di trenta metri in via Rizzoli

Martedì 14 luglio’09

> Appello: libera l’Onda!

Domenica 12 luglio’09

> Nove avvisi di fine indagine per l’assedio al rettorato
Coinvolto anche uno dei quattro studenti arrestati per Torino

Venerdì 10 luglio’09

1.000 AL CORTEO METROPOLITANO: DIETRO LO SCUDO C’ERAVAMO TUTT*

> Cronaca

> Foto

> Comunicato + audio della conferenza stampa

> Adesioni

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

> Giovedì il riesame

> Altri due studenti denunciati

> Ateneo: le fantastiche… 5 [foto]

Giovedì 9 luglio’09

> «Il teorema Caselli è inaccettabile»

> Denunciati due studenti dell’Onda di Bologna

> Liber* tutt*, assemblea in Rettoratoccupato

> Conferenza stampa nazionale a Torino: ascolta la diretta da Radio Blackout

> Benefit Night @rettorato occupato

Martedì 7 luglio’09

> L’Onda è antifascista

> Provocazioni fasciste al corteo. Gli studenti: «Li abbiamo cacciati» [cronaca+foto]

> Flash ore 21.30 / Corteo spontaneo parte per i viali

> Flash ore 18.30 / Blitz al rettorato, l’ateneo denuncia

> Flash ore 11.29 / L’Onda lascia il rettorato e giunge in corteo in Piazza Verdi

> Flash ore 10,15 / Occupato l’ufficio del Rettore

> Quattro giorni di mobilitazioni per la liberazione di tutti i compagni arrestati

Lunedì 6 luglio’09

> Flash ore 24.00 / Onda, il corteo si scioglie in Piazza Verdi [Foto]

> Flash ore 23.25 / Corteo dell’Onda in Strada Maggiore, un Carabiniere provoca

> Flash ore 23.00 / Celere attende l’Onda sotto le Due Torri

> Flash ore 22.40 / Arresti, Onda in corteo verso Piazza Maggiore

> Gli studenti arrestati: «Fuori si protesta?»

> Occupato il rettorato

> Rettoratoccupato, nuovo appuntamento ore 19

> L’Onda non si arresta: assemblea pubblica in Rettorato ore 20

> Occupata la Facoltà di Lettere: “Liberi tutti/e, liberi subito” [foto]

> Tensione sotto le due Torri: Polizia in tenuta antisommossa fronteggia gli studenti

> Flash / Gli studenti dell’Onda si muovono in corteo

> Solidarietà ai compagni dell’Onda arrestati

> Flash / Arrestati quattro attivisti del Copyriot Lab

> Flash / Arresti, 16 ordinanze di custodia cautelare in carcere

Audio:

> Ascolta l’intervento di Niccolò

> Ascolta l’intervento di Andrea

> Ascolta l’intervento di Roberto

> Ascolta l’intervento di Fulvio (Lab.Crash!)

> Ascolta l’intervento dell’Avvocato Carlo Pressan

Foto:

Solidarietà:

> Comunicati

Rassegna Stampa:

MARTEDI’ 7

> Resto del Carlino (edizione bolognese)

> Repubblica (edizione di bologna)

> Corriere di Bologna

LUNEDI’ 6

> Resto del Carlino (edizione di Bologna)

> Repubblica (edizione di Bologna)



COMMENTI:

> Valerio Evangelisti: «Ucciderli da piccoli»

> Omid Firouzi: La democrazia “anomala”


DALLE ALTRE CITTA’:

GIOVEDI’ 9

> Conferenza stampa nazionale: «Il teorema Caselli è inaccettabile»

MARTEDI’ 7

Proteste e occupazioni in tutta Italia

Vari rettorati occupati in tutta Italia per protestare contro l’arresto di ventuno compagni avvenuto ieri.

Oltre Bologna anche a Parma, Trento e Palermo gli studenti irrompono nelle aule dell Università per gridare la loro rabbia contro il sistema repressivo portato avanti con sempre maggior arroganza dallo Stato. In quest’ultima, in mattinata, l’Onda aveva già occupato le facoltà di Lettere e Scienze Politiche.
A Pisa è il Senato Accademico ad essere colpito con il blocco della sua attività, da molte voci viene gridata la connivenza tra apparato repressivo e rettori che in varie occasioni hanno richiesto l’intervento della digos contro gli studenti. Cortei si formano a Padova, dove i compagni si dirigono verso il carcere Due Palazzi, e a Napoli dove i manifestanti si muovono in direzione della prefettura.
La protesta si allarga anche a Torino dove nel primo pomeriggio vengono occupati gli uffici Rai per protestare contro la disinformazione dei mezzi di comunicazione “ufficiali”; viene convocata una conferenza stampa.


LUNEDI’ 6

Aggiornamenti nazionali in tempo reale:

ore 23 – TORINO e BOLOGNA: Cortei notturni spontanei, e non autorizzati, si stanno muovendo nelle strade delle città. Gli studenti continuano a chiedere l’immediato rilascio degli studenti arrestati. ATorino circa 500 persone stanno rientrando verso Palazzo Nuovo. A Bologna oltre 300 studenti in corteo. (Uniriot)

ore 19.00 – PALERMO: Oggi, lunedì 6 luglio, dopo un’assemblea cittadina svoltasi nel pomeriggio alla facoltà di Lettere e Filosofia, gli studenti dell’Onda palermitana hanno decisodi occupare le facoltà di Lettere e Filosofia e di Scienze Politiche in risposta al gravissimo attacco che l’intero movimento universitario ha subito stamani con gli arresti e le perquisizioni di cui si è resa protagonista la Procura di Torino. Gli studenti palermitani ritengono infatti inaccettabile tale atto in quanto ennesimo sintomo di una pericolosissima deriva repressiva che ormai colpisce indistintamente tutti i movimenti sociali di opposizione e dissenso. Perciò chiediono l’immediata scarcerazione degli studenti e delle studentesse attualmente detenuti. (Uniriot)

ore 18:00 – ROMA: Gli studenti dell’Onda hanno appena deciso che rimarranno ad oltranza nel Rettorato. l’Occupazione continuerà quindi nelle prossime ore. La Sapienza in Onda invita tutte le aktre università occupate in Italia a fare altrettanto. (Uniriot)

ore 16:00 – MILANO: Alcune decine di studenti hanno affisso uno striscione alla balconata del corridoio del rettorato dell’Universita‘ statale di Milano per protestare e nello stesso tempo esprimere solidarieta’ ai ragazzi arrestati oggi con l’accusa di aver provocato disordini al G8 dell’Universita‘ che si e’ tenuto a Torino nel maggio scorso. Gli striscioni affissi recitano: “Liberi tutti liberi subito” e “Universita‘ libere e ribelli, l’Onda non si arresta”.[FOTO] (Uniriot)

ore 15.45 – ROMA: In seguito alla mancata presa di posizione netta da parte delle istituzioni universitarie, gli studenti hanno occupato l’ufficio del prorettore Avallone.(Uniriot)

ore 15.30 – GENOVA: dalla facoltà Lettere, in attesa dell’assemblea cittadina che si terrà oggi pomeriggio alle 16.00, abbiamo calato uno striscione con la scritta :” liberi/e tutti/e, l’onda non si arresta!”
Prima dell’assemblea, alle 15.30, si terrà una conferenza stampa nella quale annunceremo la mobilitazione in solidarietà ai compagni arrestati. (Uniriot)

ore 15.30 – PISA: Occupato il rettorato dell’università. L’Onda non si arresta. (Uniriot)

ore 15.15 – NAPOLI: Occupato il Rettorato dell’università Federico II. Circa un centinaio di studenti stanno chiedendo a gran voce una presa di posizione del rettore Trombetti. E’ stata convocata un’assemblea per la mobilitazione di domani. (Uniriot)

ore 13.40 – BOLOGNA: Gli studenti dell’Onda sono ripartiti in corteo lungo via Zamboni. Scandendo lo slogan “liberi tutti / liberi subito” i manifestanti sono arrivati sotto le due torri dove hanno improvvisato un presidio con il blocco del traffico di via Rizzoli. Due blindati della polizia sono in attesa poco distanti e una ventina di poliziotti in tenuta antisommossa si sono parati di fronte agli studenti. Intanto gli studenti lanciano un assemblea pubblica per questa sera alle 21 in via Zamboni 38.(Zic)

ore 13.30 – ROMA: Una delegazione di studenti sta incontrando il prorettore Avallone richiedendo una presa di posizione netta, nel frattempo sono più di 200 gli studenti che stanno occupando il rettorato. (Uniriot)

ore 12.40BOLOGNA Dopo una breve conferenza stampa ed un’improvvisata assemblea svoltesi nell’Aula III della Facoltà di Lettere e Filosofia, via Zamboni 38, circa un centinaio di studenti si sono mossi in corteo con l’intenzione di raggiungere il Rettorato e chiedere alle autorità universitarie una presa di posizione sugli arresti degli studenti dell’Onda. Giunto alla sede del Rettorato il corteo ha trovato le porte chiuse e nessuna volontà di dialogo delle istituzioni universitarie. In questo momento gli stuenti stanno deicdendo come muoversi e già annunciano che le azioni di solidarità andranno avanti per tutta la giornata e per quelle successive, continuando a richiedere la liberazione di tutte e tutti. (Zic)

ore 12.40 – ROMA: Gli studenti che stanno occupando il rettorato rimarranno ad oltranza finchè il rettore Frati non prenderà una posizione netta in merito agli arresti di questa mattina. Invitiamo tutti a partecipare alla conferenza stampa che si terrà all’interno del rettorato alle ore 13.00. (Uniriot)

ore 12.15 – ROMA: un centinaio di studenti occupano il rettorato dell’università La Sapienza. Questa è la prima risposta dell’onda romana contro gli intollerabili arresti degli studenti in tutta Italia. Gli studenti hanno superato i blocchi della digos e stanno chiedendo al rettore di prendere posizione sui fatti di oggi. Uno striscione è stato calato dalla finestra:l’onda perfetta non si arresta. liberi tutti subito.[FOTO] (Uniriot)

ore 11.15 – VENEZIA: Una cinquantina di studenti e ricercatori precari dell’Onda veneziana ha occupato gli uffici del Rettorato a Ca’ Foscari per esprimere totale solidarietà agli arrestati di questa notte per la manifestazione di Torino contro il G.8 Università del 19 maggio scorso e per protestare contro l’intollerabile operazione repressiva decisa dalla Procura del capoluogo piemontese. Gli occupanti veneziani hanno immediatamente chiesto un incontro con il Rettore, per sollecitare una presa di posizione a difesa degli studenti arrestati e per la libertà di espressione.[FOTO] (Uniriot)

Audio:

> Conferenza stampa dell’Onda di Torino (Infoaut)

> Rebecca – Onda Anomala Torino (Radio onda d’urto)

> Giovanni – Onda Anomala Napoli ( Radio onda d’urto)

> Marzio – Radio Sherwood Padova (Radio onda d’urto)

Comunicati di solidarietà:

> Appello: libera l’Onda!

> Leggi i comunicati delle altre componenti nazionali dell’Onda (Uniriot)

Rassegna Stampa:

> Corriere della seraLa StampaRepubblicaRaiNews24Il ManifestoResto del Carlino (edizione di Bologna)Repubblica (edizione di Bologna)

Vedi anche:

> G8: Operazione di polizia in tutta Italia, arresti e perquisizioni contro l’Onda (Uniriot)

> L’Onda non si arresta! 21 arresti a Torino Bologna Napoli e Padova per gli scontri di corso Marconi (Infoaut)

> Perquisizioni e mandati di arresto in tutta Italia (Globalproject)

Vai alla Feature:

> NO G8 2009

L’Onda non si arresta! [aggiornamenti+audio+foto+comunicati]
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati