Provincia: “Un altro bilancio di lacrime e sangue”


Il volantino distribuito da Terre Libere ai lavoratori della Provincia di Bologna questa mattina: all’ingresso dei dipendenti e mentre la presidente Beatrice Draghetti e la giunta li incontravano per lo scambio di auguri.

23 dicembre 2009 - 15:40

LA PROVINCIA DI BOLOGNA APPROVA UN ALTRO BILANCIO DI LACRIME E SANGUE!

Terre Libere sta dalla parte delle lavoratrici e dei lavoratori stabili e precari/e dell’Ente.

La Giunta Pinocchio-Draghetti-Burgin impone un ulteriore taglio di 3 milioni di euro alla voce personale, ma – come nella “Fattoria degli Animali” di G. Orwell ci sono animali più uguali degli altri (i maiali!!) – per l’attuale “governo pinocchietti” esiste personale più “personale” di altri (le Posizioni Organizzative e quelle Dirigenziali). Non si possono dimenticare le mancate stabilizzazioni del 2008 e del 2009, il licenziamento di 150 lavoratori precari negli ultimi 3 anni e – dulcis in fundo – l’annuncio dell’ulteriore slittamento delle assunzioni a fine 2010.

Solo sette mesi fa, in piena campagna elettorale, Beatrice Draghetti proclamava “urbi et orbi” che sua priorità sarebbe stata il lavoro: il mondo del lavoro sentitamente ringrazia. Le mancate promesse elettorali e le bugie allungano il naso di Pinocchio e accorciano le gambe di quei comprimari-burattini che, come nella favola, alla fine applaudono sempre scodinzolanti e felici al protagonista.

Terre Libere

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati