San Pietro in Casale, in corteo per il diritto alla casa


Riuscito il presidio svoltosi ieri, venerdì 15 gennaio, a San Pietro in Casale per il diritto alla casa. Vista la partecipazione il presidio si è trasformato in corteo. Pubblichiamo il comunicato di As.i.a.-RdB.

16 gennaio 2010 - 12:36

Presidio e corteo a San Pietro in Casale per il diritto alla casa

Si è svolto a San Pietro in Casale il presidio, trasformatosi visto la partecipazione in un corteo, indetto dall’Associazione Inquilini e Assegnatari (AS.I.A-RdB) per chiedere il blocco degli sfratti e più case popolari. San Pietro in Casale è uno dei tanti comuni della provincia bolognese in cui sono aumentati in modo esponenziale gli sfratti per morosità e le insolvenze delle rate del mutuo prima casa.

La precarietà sociale investe il lavoro e il diritto all’abitare, diventando vera e propria emergenza.
Per questi motivi l’AS.I.A.-RdB  ha più volte sollecitato l’amministrazione comunale ad intervenire, occorrono misure eccezionali e una nuova politica abitativa diretta verso l’edilizia residenziale pubblica. Riteniamo insufficienti le risposte dateci dall’amministrazione comunale locale, i comuni possono e devono prevedere un investimento pubblico. I comuni possono requisire case sfitte e, concertando a livello amministrativo più ampio, tutelare gli inquilini che hanno acceso un mutuo.

Questa manifestazione si ricollega al percorso che porta alla manifestazione a Bologna del 23 gennaio, giornata dove lavoratori, precari, disoccupati, migranti e sfrattati, vogliono far sentire la loro voce perché la crisi non venga fatta pagare alle fasce popolari e sia possibile rilanciare una politica sociale tesa al diritto al lavoro e all’abitare.

Associazione Inquilini e Assegnatari (AS.I.A.-RdB)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati