Piazza alla Cgil, Usb: Comune favorisce sindacato amico


In vista dei cortei del 6 settembre Palazzo D’Accursio spiega di aver ricevuto la richiesta per piazza Maggiore solo dalla Cgil. L’Usb: “Ci accorderemo, ma Merola si crede un podestà”.

26 agosto 2011 - 19:19

Dopo che ieri sia Cigl che Usb avevano annunciato di aver prenotato piazza Maggiore per il 6 settembre, quando entrambi i sindacati sciopereranno e manifesteranno contro la manovra, oggi il Comune di Bologna spiega: a Palazzo D’Accursio è arrivata (il 24 agosto) una sola richiesta di occupazione di suolo pubblico, per piazza Nettuno e piazza Maggiore dalle 6 alle 15, da parte della Cgil (che ha informato anche la Questura). L’Usb invece si è mossa prima, il 23, ma inviando la comunicazione solo alla Questura.

“Non c’e’ mai stato e non c’e’ nessun braccio di ferro con la Cgil per la piazza”, scrive l’Usb, confermando la manifestazione del sindacalismo di base: appuntamento alle 9 da piazza XX Settembre. “Gia’ questa mattina ci sono stati contatti con la Cgil per definire comunemente le modalita’ dei cortei senza intralci reciproci”, aggiungono dall’Usb. Il sindacato di base, piuttosto, attacca l’amministrazione comunale: “Prendiamo atto che il Comune di Bologna ancora una volta ha perso l’occasione per stare zitto, intervenendo pubblicamente con il chiaro obiettivo di favorire un’organizzazione sindacale considerata amica”. Questo quando “le competenze per autorizzare le manifestazioni non sono dell’amministrazione comunale- afferma l’Usb- a meno che Merola non creda di essere un podesta’, invece che un sindaco”.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati