Pattuglianti, due condanne


Sei mesi per violenza privata e usurpazione di funziona pubblica, e 3000 euro di risarcimento alle parti, per i volontari che affiancarono senza titolo la polizia durante due manifestazioni di piazza e malmenarono alcuni dimostranti

06 febbraio 2012 - 17:00

Si chiude il processo ai vigilantes del “Corpo delle pattuglie cittadine” e dell’ “Associazione volontariato polizia locale”. Due pattuglianti, immortalati mentre malmenavano alcuni dimostranti, sono stati condannati a sei mesi per violenza privata e usurpazione di funzione pubblica, un quanto in occasione di due manifestazioni di piazza del 2004 e del 2005 agivano senza titolo a fianco delle forze dell’ordine. Dovranno risarcire 3000 euro ai tre manifestanti che si erano costituiti parte civile.

Altri otto imputati sono stati invece assolti. L’inchiesta della procura bolognese sui pattuglianti ebbe inizio nel 2007 allorché un pm, nel corso di un’indagine per resistenza a pubblico ufficiale, si accorse che in realtà le persone (in borghese) a cui i manifestanti si opponevano nelle fotografie non erano agenti della Polizia

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati