Ordine dei giornalisti, irrompono i precari


Il Coordinamento Giornalisti Collaboratori Precari e Freelance dell’Emilia-Romagna è nato a febbraio. Due giorni fa, debuttando alle elezioni per il rinnovo dell’Ordine dei giornalisti, ha provocato un vero e proprio terremoto.

25 maggio 2010 - 15:38

“Ufficialmente non esistiamo nonostante ogni giorno la nostra presenza sulle pagine dei giornali, sugli schermi televisivi, su Internet o in radio sia costante e decisiva. Paghe da fame, contratti fantasma e un’assenza pressoché totale di tutele e diritti, ora basta! Senza di noi nessun organo di informazione potrebbe funzionare neanche per un giorno ed è arrivato il momento di prenderne coscienza tutti insieme”. Il Coordinamento Giornalisti Collaboratori Precari e Freelance dell’Emilia-Romagna, più in breve “Free C.C.P.”, appena tre mesi fa si presentava così. Due giorni fa ha schierato i propri candidati alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale e nazionale dell’Ordine dei giornalisti. L’esito delle votazioni si è rivelato dirompente. Non solo l’affluenza al voto è aumentata sensibilmente rispetto a tre anni fa (+34% tra i professionisti, con 295 votanti; +21,4% tra i pubblicisti, con 346 votanti), ma il Coordinamento è riuscito a mandare al ballottaggio tutti i propri candidati sconvolgendo equilibri consolidati negli anni e logiche di casta di cui certo questo settore non è privo.

> Il comunicato del Coordinamento:

Grazie a tutti! Non è stato un risultato eccellente ma di più!

MICHELA SUGLIA, candidata al Consiglio Regionale come Professionista totalizza 118 voti, seconda sola al presidente uscente dell’Ordine (ripetiamo: seconda al presidente!), mentre ANTONELLA CARDONE e CLAUDIO VISANI, rispettivamente con 119 e 91 voti, sono i candidati al Consiglio Nazionale dei Professionisti ad aver raggiunto il maggior numero di voti!
GIUSEPPE PERSICHELLA, forte dei suoi 97 voti, altera gli equilibri consolidati nel tempo dai Pubblicisti del Consiglio Regionale costringendo un consigliere uscente a scontarsi nel ballottaggio di domenica prossima così come faranno VALERIA TANCREDI e PAOLO TOMASSONE sul Nazionale insieme al proprio pacchetto di 93 e 96 voti.
L’altissima, e inusitata, affluenza al voto per la prima volta di precari, freelance, co.co.co., autonomi, a partita iva e bla bla bla ha sconvolto la norma: su 21 posti infatti ne sono stati assegnati esclusivamente 4. Troppo alto infatti il quorum necessario per essere eletto al primo turno in conseguenza della presenza, finalmente, di tante facce nuove tra gli elettori e i possibili eletti!

Oh, ci si rivede il 30 maggio!

Coordinamento Giornalisti Collaboratori Precari e Freelance Emilia Romagna

> Vai al blog: Free C.C.P.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati