“No al debito e all’austerity”, la voglia di mettersi in gioco riempie Salaborsa [foto]


Auditorium strapieno, ieri sera, per l’assemblea promossa da TimeOut. Molte le proposte emerse, anche verso la giornata transnazionale dell’11 novembre. Prossima settimana laboratori e nuova appuntamento pubblico giovedì 3 novembre’011, di nuovo in Salaborsa.

28 ottobre 2011 - 20:27

Oltre 300 persone hanno partecipato, ieri sera, all’assemblea in Salaborsa proposta da TimeOut per aprire uno spazio pubblico di dibattito e di progettazione condivisa delle lotte di questo autunno. Molti gli interventi e le ipotesi di mobilitazione sul territorio, emerse a partire dalla condivisione dei problemi che la crisi (quella economica e quella della rappresentanza) scarica quotidianamente sulle persone. Si è parlato dunque di diritto all’insolvenza e bollette, di rifiuto del debito ed Equitalia, dell’assenza di spazi pubblici per riunirsi a discutere e di luoghi per l’accoglienza di chi non ha un tetto, di sciopero precario e di come preparare la giornata di mobilitazione transnazionale dell’11 novembre. Una discussione articolata che proseguirà con l’avvio di una serie di laboratori tematici e con una nuova assemblea, convocata per giovedì 3 novembre alle 20 di nuovo in Salaborsa.

> Le foto del nostro collaboratore Nedo Gabbiani:

 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati