Milano / “Ed è sempre Mayday Mayday”


Dodicesima edizione della manifestazione della moltitudine precaria, che quest’anno si richiama esplicitamente al maggio globale. Azioni contro Inps, Cmc, Unicredit.

01 maggio 2012 - 22:10

> Il comunicato stampa

ED E’ SEMPRE MAYDAY MAYDAY

Oggi Milano si è illuminata non grazie al sole ma alla voglia di resistere, cospirare, lottare, urlare, cantare: siamo tutti precari, migranti, disoccupati, siamo tanti e non abbiamo nulla da perdere ma tutto da conquistare.

Questi sono i nostri numeri: 4 milioni di precari, più di 40 contratti differenti, 4/5 euro all’ora per lavori saltuari o a progetto, 700/800 mensili quando va bene, 0 maternità, 0 ferie, 0 malattia, 0 diritti, 0 ammortizzatori sociali, 0 articolo 18, 0 diritti, 100% ricattabili.

L’avevamo detto quest’anno i contenuti politici avrebbero battuto il ritmo e così è stato: no al debito è loro non nostro; no a Expo, Tem, Tav, cementificazioni e speculazioni, al furto di territorio. Rivendichiamo reddito di base incondizionato e chiediamo – rilanciando la campagna sulla mobilità metropolitana – che si faccia il primo passo verso un nuovo e moderno welfare metropolitano dando a precari e disoccupati il diritto alla mobilità con abbonamenti gratis o ribassati.

Il percorso è stato riempito di azioni: all’Isu per il diritto al sapere, alla Cmc che ha appalti in Val Susa, all’Inps contro i licenziamenti e finite con le macerie scaricate davanti alla filiale di Unicredit in piazza Cordusio.

La pioggia non ha sfiorato la moltitudine precaria che arrivata a Piazza Castello si è confrontata con le MayDay e gli Occupy internazionali con testimonianze in diretta e registrate dalla Spagna agli Stati Uniti passando per Francoforte dove culmineranno le iniziative del maggio globale il 17/18/19 contro la BCE precedute dalle giornate del 12 e 13 maggio.

La nostra precarietà sarà la vostra rovina. Noi non abbiamo niente da perdere voi tutto. Ricordatevelo.

Global MayDay da piena solidarietà con la lotta dei lavoratori delle cooperative Esselunga di Pioltello, agli arrestati di oggi a New York e non dimentica i No Tav ingiustamente arrestati: Nicolò, Maurizio, Marcelo, Lollo sempre con noi sempre con voi.

Global Mayday

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati