Indebitati. Piazza Grande di febbraio è in strada


Il mensile dei senza dimora si sofferma sulle conseguenze del debito su chi vive in strada, rincorso da vecchie caselle esattoriali e multe Atc. Si parla anche di crisi dei mutui, Equitalia, usura.

07 febbraio 2012 - 14:55

> Il comunicato:

A febbraio Piazza Grande parla di debiti. Non quelli pubblici di cui da mesi sono piene le pagine dei giornali, ma i debiti con la “d” minuscola, privati e concreti che sempre più persone accumulano nella loro vita. Indebitarsi è un problema diffuso, ma per chi è senza dimora il rischio è maggiore e le conseguenze più dolorose. Nell´inchiesta del mese si raccontano le storie di Luca e Lorenzo che dopo una vita in strada hanno dovuto affrontare il ritorno dei creditori. I numeri dello sportello bolognese di Avvocato di strada confermano questa tendenza: nel 2011 7 per illeciti amministrativi con problemi legati alla notifica, 11 casi di cartelle esattoriali, 5 per violazione del codice della strada e un numero incalcolabile di multe dell´Atc comminate a persone senza dimora che si recavano nei dormitori all´altro capo della città.
Il professor Andrea Di Stefano, direttore della rivista di Economia Valori, in un´intervista spiega il rapporto degli italiani con il credito bancario e le ragioni del crollo dei mutui nel contesto economico internazionale. Con Libera si torna in Emilia-Romagna e Daniele Burghi intervistato denuncia la diffusione della pratica dell´usura anche in questa regione. Altrettanto diffuso è il malcontento verso Equitalia, l´agenzia incaricata di riscuotere i debiti verso lo stato: comitati e movimenti prendono parola. Infine, il lato buono del debito, quello che si contrae con Permicro e Banca Etica, il cui responsabile della filiale bolognese, Alessandro Gentili, ha prestato il suo volto per la prima pagina.

È nata Hope (Homeless People), associazione europea dei senza dimora. Ne parla Stig Badentorph ex homeless e portavoce del neonato movimento, intervistato da Leonardo Tancredi, e mette in luce l´importanza dell´autorganizzazione dei senza dimora. Alain Rodriguez racconta la difficile situazione dei senza dimora ungheresi a causa delle leggi repressive del governo di Victor Orbàn.
Nella rubrica Spalle alla porta Gaby Mudingayi racconta la sua esperienza da immigrato in Europa, il suo impegno nel sociale ed esprime il suo punto di visto sul razzismo nel calcio. Gianluca Morozzi nella consueta Cronaca delle partite precedenti fa il punto sul campionato del Bologna.
Non mancano le rubriche dello scrittore/autista di autobus Donato Ungaro e della vignettista Marina Girardi. Carlo Gubitosa partendo da notizie di cronaca fa luce sugli atteggiamenti poco etici della carta stampata quando parla di cittadini stranieri.
leggi il PDF su www.piazzagrande.it

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati