Inchiesta “Outlaw”, carcere per un’altra attivista


Disposta la custodia cautelare in carcere per la violazione dell’obbligo di dimora e per l’esito della perquisizione domicilare. L’Assemblea Anticapitalista annuncia un benefit per il 20 maggio.

13 maggio 2011 - 12:29

Una nuova custodia cautelare in carcere è stata disposta ieri dal gip bolognese nei confronti di un’attivista ritenuta vicina allo Spazio di Documentazione Fuoriluogo (ancora sotto sequestro), indagata per associazione a delinquere nell’ambito dell’inchiesta della procura bolognese per la quale altri cinque attivisti sono in carcere dallo scorso 6 aprile. A far scattare le manette nei confronti della ragazza la riscontrata violazione dell’obbligo di dimora e l’esito delle perquisizioni domiciliari eseguite il mese scorso.

Intanto l’Assemblea Anticapitalista ha annunciato per venerdì 20 maggio un’iniziativa benefit alla facoltà di Scienze Politiche  a favore degli indagati per questa inchiesta e per quella che coinvolge 78 attivisti del movimento fiorentino.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati