inCassati! / Cassintegrati Fini Compressori, blitz a Unindustria


Contro la gestione della crisi FINI a partire dalla richiesta di nuove 26 espulsioni dalla prossima cassa straordinaria

09 dicembre 2010 - 14:11

Cassaintegrati FINI COMPRESSORI: blitz alla Unindustria di Via Serlio
Rito azteco: cuori, fegati e polmoni per la fame dei padroni

Come preannunciato si è svolto questa mattina alle 11.00 un presidio blitz davanti alla sede di Unindustria di Via Serlio 26 a Bologna organizzato dalla USB dei Cassaintegrati della Fini Compressori.

Un iniziativa per contestare la gestione della crisi FINI a partire dalla richiesta di nuove 26 espulsioni dalla prossima CIGS.

Il nuovo accordo di cassa integrazione prevede l’esclusione del 30% dei lavoratori dal rinnovo del secondo anno, con “cancellazione” di 26 lavoratori (dalla Cigs e dalla Fini) entro il 15 ottobre 2011.

Per Luigi Marinelli della USB “E’ un vero e proprio ricatto anzi un vero sacrificio umano di memoria azteca, si richiede la testa di 26 lavoratori, in cambio della cigs di per gli altri rimanenti lavoratori”.

Per questa richiesta di “sacrificio umano” una delegazione dei cassaintegrati ha omaggiato di “carne fresca” l’associazione degli industriali di Bologna, con uno striscione che invita tutti i lavoratori a unificare le lotte contro la crisi e rilanciando la manifestazione cittadina di sabato 11 pomeriggio che partirà da piazza dell’Unità alle 14.00.

USB BOLOGNA

> Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati