Imola, lavoratori coop. SolCo occupano il comune


La Rosarno dei rifiuti in salsa emiliana prosegue e i lavoratori occupano il comune per ottenere un incontro con il sindaco.

09 marzo 2011 - 18:51

Si è trasformato in una occupazione del Comune il presidio indetto da USB a Imola dei lavoratori migranti della Cooperativa SolCo che si occupa di rifiuti. I lavoratori già in passato avevano portato avanti una dura lotta contro lo sfruttamento a cui erano sottoposti, ottenendo la chiusura del contratto tra i committenti di Akron/Hera e Omega  e l’assunzione nella nuova coperativa Solco. Ma anche qui i problemi continuano sia per il rifiuto dell’azienda di “tessere relazioni sindacali con Usb sia per l’esclusione di tre lavoratori illegittimamente allontanati dal posto di lavoro da parte di Omega che SolCo e Akron si sono rifiutati di integrare al lavoro”, afferma il sindacato di base.

Oggi quindi in una sessantina di persone hanno occupato gli uffici del sindaco per ottenere un incontro.  “Avevamo gia’ chiesto un incontro perche’ l’amministrazione non garantisce i diritti e le liberta’ sindacali di questi lavoratori- afferma Marinelli di USB – ma non abbiamo avuto alcun riscontro”. L’occupazione proseguirà, continua Marinelli, finchè non verrà concesso l’incontro.

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati