Il carcere in piazza [audio+foto]


Valerio Guizzardi (Papillon) parla di carcere e della cella allestita in piazza Re Enzo per mostrare cosa significa vivere in quattro in nove metri. Pubblichiamo anche l’intervento di Giulio, ex detenuto, e le foto della cella.

24 ottobre 2010 - 00:16

In questi giorni in piazza Re Enzo, nel pieno centro di Bologna, è allestita la copia esatta di una cella di quelle che si possono trovare alla Dozza così come in tante altre carceri italiane. Nove metri quadrati per quattro persone, senza neanche lo spazio per stare tutti in piedi contemporaneamente. Con le mensole “costruite” con i pacchetti di sigarette, visto che quelle vere sono vietate. E intanto nei penitenziari della regione si registrano presenze per oltre il 191% rispetto alla capienza regolamentare. Dell’iniziativa di piazza Re Enzo e della situazione delle carceri ha parlato Valerio Guizzardi, dell’associazione culturale Papillon Rebibbia onlus, nel corso della presentazione a Vag61 del libro “L’ergastolo”, di Nicola Valentino . Oltre all’intervento di Guizzardi pubblichiamo quello di Giulio, ex detenuto, e le foto della cella in piazza Re Enzo.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati