Il 25 corteo in Val di Susa: pullman da Bologna [info aggiornate]


Mercoledì 22 febbraio’012 dalle 17, in via Zamboni 38, “NoTav Day” organizzato dal Cua verso la manifestazione nazionale del 25 a Bussoleno. Le informazioni sui pullman organizzati da TimeOut, Crash, Tpo, Xm24.

12 febbraio 2012 - 13:42

SABATO 25 FEBBRAIO’012: MANIFESTAZIONE NAZIONALE

E ADESSO PROVATE AD ARRESTARE
UN BOSCO CHE CAMMINA…

I “violenti” hanno la faccia della studentessa, della madre, del
barbiere del paese, dell’insegnante che fa lo sciopero della fame e
porta i suoi studenti alle reti del cantiere per insegnare loro quanto
uno stato può essere violento e sordo e cieco nei confronti di un
popolo che si ribella, sono donne in prima fila, sono anziani e
ragazzi che lottano insieme.

Quello della valle è un bosco che si muove tutto insieme, che decide
quando e come agire, senza avanguardie o cattivi maestri. Un movimento
che, dopo anni di repressione, ha ancora la stessa rabbia e la stessa
dignità di sempre.

LA VALLE NON SI ARRESTA
SABATO 25 FEBBRAIO TUTTI IN VAL SUSA

Info pullman:
Alessia 3485440370 – Ludovica 3896874064

Rete TimeOut Bologna

* * * * * * * * * *

Il 25 febbraio la Valle di Susa tornerà a prendere parola, in una data che, ad un mese dall’operazione giudiziaria della procura torinese di Giancarlo Caselli, vorrà ribadire a tutto il paese come “Fermare i NoTav è impossibile”.

Un corteo è stato convocato per le 10 di mattina di quel giorno a Bussoleno, e l’appello che arriva dai No Tav è quello di dimostrare la maggiore solidarietà e complicità possibile con la madre di tutte le battaglie sui beni comuni. Come anche nell’immediato post-arresti, con le decine di presidi che spontaneamente vennero convocati in tutta Italia, anche in questo caso è necessario che tutti e tutte si muovano per dare solidarietà alla Valle che resiste.

Per lanciare al meglio l’appuntamento del 25, il Collettivo Universitario Autonomo di Bologna lancia una giornata, il “NoTav Day”, mercoledì 22 febbraio in via Zamboni 38.

> Programma:

h 17 Proiezione del documentario “Fratelli di Tav”

h 19 Aperitivo

h 20.30 Bologna incontra il movimento No Tav. Dibattito con i No Tav dalla
Val di Susa, verso la manifestazione nazionale del 25 febbraio in Val di Susa!

Sarà presente un infopoint del Lab. Crash! per le prenotazioni dei pullman: tutt* in Val di Susa!

Dalle 22 Notte bianca Trash con:

Arsenale Dj
Irons&Vercetti
La Peggio Combo a Delinquere

C.U.A. Bologna

* * * * * * * * * *

Dall´Emilia Romagna alla Val di Susa: Siamo tutt@ No Tav

Comunicato di adesione degli spazi sociali e dei collettivi dell´ER alla manifestazione del 25 febbraio

Il mattino del 26 gennaio abbiamo assistito all’ennesima meschina e chirurgica operazione repressiva attuata dalla Procura torinese che ha portato a 41 indagati, 26 ordini di carcerazione eseguiti e 11 obblighi di dimora fra i manifestanti NO TAV, in seguito a presunti reati commessi nel corso della manifestazione del 3 luglio a Chiomonte.

Quel mattino abbiamo visto riproposto un utilizzo criminoso e violento della giustizia nei confronti di chi, con i propri corpi, affermava il proprio dissenso attraverso pratiche collettive e condivise.

Per noi la Val Susa, ci teniamo a ribadirlo, è sempre stata una grandissima battaglia di difesa. Difesa del territorio, delle persone che vi abitano e del rispetto di un luogo caratterizzato da un patrimonio ambientale, storico e sociale inestimabile. Lo abbiamo ritenuto un processo di cittadinanza attiva, atto a voler ristabilire il primato delle istanze democratiche, nate dal basso, sugli interessi economici speculativi che prendono vita dietro la costruzione di opere pubbliche che poco hanno a che fare con la ripresa dello sviluppo economico e della crescita di un paese.

Grandi opere per l’appunto, come la Torino-Lione.

Opere inutili, dannose e costosissime. Inserite, per di più, in un contesto disarmante di un paese che, con l’inizio dell’anno, si è ritrovato spaccato in due dalla soppressione dei treni notturni e dal conseguente licenziamento di 800 dipendenti della Servirail, addetti ai vagoni letto. Si palesa una contraddizione ancor più inasprita a seguito degli ultimi dieci giorni di neve che hanno dimostrato la totale inefficienza del sistema ferroviario italiano. Il Governo, infatti, dovrebbe sapere che servirebbero ben altri investimenti utili a garantire la mobilità e gli spostamenti ai cittadini che già vivono enormi disagi nonostante l´aumento indiscriminato del prezzo dei biglietti.

Per dimostrare con forza che non basta la repressione coatta e la paura a dividere la valle e per esprimere la nostra solidarietà ai/alle ragazz@ arrestat@ ed indagat@, il 25 febbraio saremo ancora assieme al popolo No Tav perché la Val di Susa è un bene comune, e tale deve restare.

Il 25 febbraio tutt@ in Val Susa

Per la difesa dei beni comuni

Per dire che non abbiamo paura

La valle non si arresta! Liber* tutt*!

NO TAV BUS – Prenota il tuo posto in autobus dall´Emilia Romagna:

– Parma: 340 8339451 // spam_parma@yahoo.it
– Reggio Emilia: 347 9477096 // aq16.laboratorio@gmail.com
– Bologna: 347 3203023 // tpo@mail.com – www.tpo.bo.it
– Rimini: 333 3615648

Tpo Bologna _ Paz Project Rimini _ Casa Cantoniera Parma _
ArtLab Parma _ Aq16 Reggio Emilia

* * * * * * * * * *

FERMARCI È IMPOSSIBILE!
CON LA VALLE CHE RESISTE E NON SI ARRESTA!

Sabato 25 febbraio
MANIFESTAZIONE NO TAV
Concentramento ore 13:00 a Bussoleno (piazza della stazione)

Per la liberazione di tutti i No Tav arrestati
Contro tutte le grandi opere inutili
Per le lotte in difesa dei beni comuni
Contro la truffa del non cantiere della Maddalena

PULLMAN DA BOLOGNA
15 euro a/r
per info e prenotazioni: 3335094980 – 3479730477
(fino a esaurimento posti…)

spazio pubblico autogestito Xm24

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati