Il 15 ed il 18 in piazza contro i tagli a nidi e materne


Martedì 15 febbraio’011 alle 16 davanti al nido De Giovanni (viale Filopanti 6), venerdì 18 febbraio’011 dalle 17,30 in piazza Re Enzo. I comunicati di Usb e del Comitato genitori nidi e materne.

14 febbraio 2011 - 13:00

NO ALLA CHIUSURA DEI NIDI COMUNALI

PRESIDIO DAVANTI AL NIDO DE GIOVANNI in viale Filopanti 6

Martedì 15 febbraio 2011 ore 16

In questi giorni, nei diversi incontri che l’amministrazione sta tenendo con gli operatori dei nidi sulla riorganizzazione, i dirigenti dei quartieri stanno annunciando la chiusura di alcuni nidi (Marsili, De Giovanni, Coccheri, Vestri oltre al nido Tovaglie, già noto).

Questi nidi verrebbero ristrutturati e riaprirebbero a gestione privata( notizia già preannunciata negli incontri di settembre scorso).Il nido De Giovanni chiuderebbe per una controversia tra il Comune e INPDAP, proprietario dell’immobile.

L’affidamento dei nidi ristrutturati  ai privati, determinerebbe una riduzione dei posti nido pubblici a favore di quelli privati.

Per le famiglie rappresenterebbe una riduzione dell’offerta di un modello educativo che da anni rappresenta motivo di orgoglio per la città e soddisfazione per i genitori.

Tutto questo viene ad aggiungersi alla chiusura anticipata dei nidi alle 16.30, all’aumento del rapporto numerico adulto/bambino e all’aumento delle tariffe per le famiglie.

Le lavoratrici e i lavoratori dei nidi, che da anni contribuiscono alla qualità dei servizi educativi,  oltre a perdere parte del salario accessorio, indennità di turno e produttività, rischiano anche la loro sede di lavoro, mentre tutto il personale precario verrà licenziato già dal 30 giugno prossimo.

In difesa dei servizi a gestione diretta e della loro qualità,  del salario, del posto di lavoro

USB Comune di Bologna

* * * * * * * * * *

VENERDI’ 18 FEBBRAIO MANIFESTAZIONE – FIACCOLATA

ore 17.30 – P.zza RE ENZO – BOLOGNA

CONTRO I TAGLI E GLI AUMENTI

CHIEDIAMO alla Commissaria Cancellieri di non procedere con decisioni che dequalifichino il servizio nidi e materne e che incidano ulteriormente sul reddito delle famiglie.

NIDI D’INFANZIA

AUMENTO DELLE RETTE DA GENNAIO: aumenti da 83 fino a 214 euro in più al mese rispetto alla retta attuale;

Si modifica in peggio il rapporto educatori/bambini: da 1/6 a 1/7 e da 1/4 a 1/5 e con meno sostituzioni delle operatrici assenti;

Orario ridotto: nuovo orario standard del servizio fino alle 16.30;

CHIUSURA DI 5 NIDI PUBBLICI: con progetto di riapertura in gestione privata.

SCUOLA D’INFANZIA

NUOVA TASSA DI ISCRIZIONE DA 125-130 euro per bambino;

AUMENTO COSTO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA: 24 euro al mese in più;

PERSONALE E ORARI: sostegno handicap con l’utilizzo di personale esterno in appalto alle cooperative; regole peggiorative sulla sostituzione del personale, modifica di orari, l’utilizzo di personale esterno e precario.

Comitato genitori nidi e materne di Bologna

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati