I lavoratori licenziati dal Royal Carlton bloccano il traffico in Strada Maggiore


Presidio davanti alla sede dell’Ascom e blocco stradale degli ex lavoratori dell’hotel Royal Carlton. Pubblichiamo il comunicato di RdB/Cub.

24 novembre 2009 - 20:58

Nuova protesta dei lavoratori licenziati dall’hotel Royal Carlton, nel pomeriggio infatti hanno presidiato la sede dell’Ascom, dove si è svolto un convegno dal titolo “superare la crisi con nuovi strumenti di gestione del personale”. Il presidio si è poi trasformato in un blocco stradale dell’antistante Strada Maggiore. Di seguito il comunicato di RdB/Cub.

Oggi 24/11/09 in occasione del convegno del Ascom “Superare la crisi con nuovi strumenti di gestione del personale”, i lavoratori e le lavoratrici del Royal Carlton e Internazionale hanno presidiato l’entrata del’ Ascom e bloccato il traffico di Strada Maggiore.

Il gruppo Monrif dopo avere ricattato per mesi i propri dipendenti chiedendogli di dimettersi volontariamente, licenzia 24 lavoratori.

L’Ascom, per conto del gruppo Monrif, ha guidato tutta l’operazione e si è rifiutata sistematicamente di avere un confronto con le RdB, sindacato maggiormente rappresentativo tra lavoratori.

Il presidente dell’ Ascom , Enrico Postacchini, si è dimostrato assolutamente indisponibile ad aprire una vera trattativa per evitare i licenziamenti, riproponendo ricatti e accordi siglati con CGIL e CISL, sempre rifiutati giustamente dai lavoratori.

I licenziamenti non sono motivati da difficoltà economiche o di gestione, ma solo dalla sete di maggior profitto del gruppo Monrif, che approfitta del momento congiunturale per mettere in atto una ristrutturazione che consente di speculare sulla crisi, ricattare i lavoratori attraverso l’esternalizzazione ad agenzie e cooperative, mandare a casa i lavoratori stabili.

RdB/Cub

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati