Graffiti sul provveditorato, puliscono gli studenti


L’Ufficio Scolastico Regionale straparla di un progetto «educativo e didattico»

10 novembre 2010 - 17:23

L’Usr presenta «Un progetto non solo educativo ma soprattutto didattico perchè a monte dell’intervento è stato realizzato uno studio approfondito delle classi sulle condizioni necessarie per attivarlo». Cos’è? Una bella mano di rosso bologna sull’edificio di Via de’ Castagnoli dove ha sede dal provveditorato, che verrà fornita gratuitamente da gli studenti di due classi quinte delle Pacinotti-Crescenzi e delle Aldini-Valeriani. Secondo l’Usr «metteranno a disposizione di una esigenza emergente della città le proprie professionalità nel campo del restauro degli immobili grazie anche alla guida competente dei loro insegnanti»

Dopo le tragicomiche invenzioni dei volontari del pennello e del Graffitness, e dopo aver impiegato i detenuti della Dozza, prosegue nei modi più fantasiosi la crociata anti-graffiti low cost, inamovibile chiodo in testa di chiunque a Bologna abbia una briciola di potere. Mentre resta un assordante silenzio su una ben più grave emergenza cittadina: il costante smantellamento dei servizi sociali che sta riversando i costi dei tagli agli enti locali sulle spalle degli ultimi.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati