Gelmini ospite sgradita: nuove adesioni alla contestazione


Venerdì (scalinata del Pincio, ore 20.30) in piazza anche il Coordinamento Precari della Scuola, “Bologna Prende Saperi”, Sinistra Critica

09 settembre 2010 - 16:34

COMITATO PRECARI BOLOGNA PER L’ ACCOGLIENZA DEL MINISTRO GELMINI

Il Ministro dell’Istruzione si felicita per i risultati della ricerca dell’OCSE che certifica l’impegno preso dal governo: oggi finalmente la scuola italiana è la più povera d’Europa. Per questo ha affermato raggiante: “L’OCSE ci dà ragione meno ore di scuola miglioreranno la cultura dei ragazzi”.

Nel divulgare gli effetti dei suoi provvedimenti inoltre il Ministro ha spiegato che i tagli imposti da Tremonti sono stati rispettati (41000 l’anno scorso e 25600 questo anno), ma non sono stati tagliati posti di lavoro. Come è possibile? Semplice, insieme agli insegnanti ultrasessantenni abbiamo mandato in pensione anche le loro classi.

Inoltre, da una dichiarazione della moglie di Bossi si è avuta la conferma che non esistono classi sovraffollate nella sua scuola. Ciò smentisce le innumerevoli segnalazioni mendaci dei genitori e degli insegnati strumentalizzati dal CODACONS con il solo scopo di promuovere il suo ricorso.

Infine, è certo che i precari che sono senza lavoro lo sono perché, nonostante gli avvertimenti del Ministro, non hanno voluto né emigrare, né diventare guide turistiche, ma piuttosto si sono intestarditi a pretendere che le promesse fatte da decenni e le energie spese in un lavoro in cui credono fossero rispettate. Il problema di questi estremisti, strumentalizzati dall’INPS, sarà al più presto risolto cancellandolo dai principali canali di informazione del paese.

Si apre quindi nel migliore dei modi quello che verrà ricordato nei calendari scolastici come il secondo anno dell’Era Gelmini (II e.g.). Per questo, raccogliendo l’invito del giornale dei vescovi, ci prepariamo a festeggiare a Bologna l’avvio di questo nuovo anno. Accoglieremo il Ministro con tutto il nostro calore e i nostri applausi.

Basta menzogne

Vi aspettiamo numerosi, Venerdì 10 sulle scalinate del Pincio alle ore 20.30.

Coordinamento Precari Scuola di Bologna


I compagni e le compagne di Bologna della rete nazionale Red Net, aderiscono alla mobilitazione di questo venerdì 10 settembre, in occasione dell’arrivo a Bologna del ministro Gelmini, invitata alla festa regionale del PDL- Emilia Romagna che si sta svolgendo in questi giorni in città.
Questo evento segna l’inizio di una nuova mobilitazione, determinati a
voler difendere la scuola e i diritti dei lavoratori in essa.

invitiamo chiunque sia disponibile a unirsi alla manifestazione di venerdì.
ore 20.30 sulle scalinate del Pincio (vicino alla Stazione)

Bologna Prende Saperi


COMO, TORINO……….BOLOGNA? NON C’E’ DUE SENZA TRE!
Sinistra Critica Bologna aderisce e parteciperà alla mobilitazione di Venerdì 10 settembre contro la presenza della Ministra Gelmini a Bologna all’interno della festa del PDL.
Saremo assieme e al fianco di tutti i soggetti sociali (a partire da quelli della scuola e del ciclo della formazione) che si riprenderanno il diritto di parola – negato dai media meanstream – per gridare che anche a Bologna c’è chi non si adegua e non si arrende, come abbiamo visto accadere in questi giorni anche in altre parti d’Italia.
La controriforma Gelmini-Tremonti come l’attacco ai diritti dei lavoratori metalmeccanici (con il sostegno dei sindacati complici Cisl e Uil) e l’emergere sempre più sfacciato dell’economia criminale (d’altra parte non esiste un’economia buona!) nelle Istituzioni stanno dentro al processo di privatizzazione e consegna alle regole del Dio Mercato e del Profitto delle nostre vite.
A questo attacco dobbiamo e possiamo rispondere unificando le lotte, costruendo reti tra i vari settori sociali interessati, riaprendo un ciclo virtuoso di resistenze e conflitto sociale.
Ci vediamo alle 20.30 sulle scalinate dei Pincio.
GELMINI VATTENE!
LE NOSTRE VITE VALGONO PIU’ DEI LORO PROFITTI!

SINISTRA_CRITICA_BOLOGNA

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati