Zola Predosa, operai Verlicchi in assemblea permanente contro lo smantellamento dell’azienda


Già senza stipendio da mesi hanno bloccato i cancelli per impedire il ritiro dei mezzi di produzione.

14 marzo 2011 - 14:15

Questa mattina gli operai della Verlicchi di Zola Predosa si sono ritrovati in presidio davanti all’azienda per impedire il ritiro dei mezzi di produzione deciso dalla proprietà. La fabbrica, che fornisce telai per motociclette alla Ducati e alla BMW, è stata venduta ad un’azienda specializzata in fallimenti e tra sabato e domenica la proprietà ha fatto smontare i macchinari. Già da quattro mesi i lavoratori non percepivano lo stipendio e da qualche anno non risultavano pagati i contributi e gli acconti per i fondi pensione. Dopo aver presidiato per tutta mattina i cancelli i lavoratori hanno deciso di entrare nella fabbrica e costituirsi in una assemblea permanente. All’esterno sono presenti due camionette delle forze dell’ordine con il compito di consentire il ritiro dei macchinari. I lavoratori lanciano un appello affinchè chi può si rechi sul posto.

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati