Fincantieri-choc, oltre 2500 esuberi e due stabilimenti chiusi: esplode la rabbia degli operai


Annunciato taglio del 30% dei posti di lavoro. Cariche e feriti a Genova, dove chiuderebbe Sestri Levante e sarebbe ridimensionato Riva Trigoso. Nel mirino anche lo stabilimento di Castellammare di Stabia (Na): occupato e danneggiato municipio.

24 maggio 2011 - 23:49

(dal sito di Radio Onda d’Urto)

Tre operai sono rimasti feriti a Genova nelle cariche della polizia fuori dalla Prefettura. I lavoratori, esasperati, stavano cercando di entrare nella sede del governo in Liguria. Sono volati sassi, corpo a corpo e alcuni cassonetti sono finiti in mezzo alla strada. Alla fine dei tre operai feriti uno, in particolare, ha riportato un trauma alla testa, probabilmente per una manganellata. Operai sul piede di guerra pure negli altri stabilimenti a rischio chiusura. Tute blu hanno bloccato l’autostrada a Riva Trigoso. Corteo e manifestazione anche ad Ancona, mentre a Castellammare di Stabia nella notte la rabbia operaia ha colpito il Municipio, occupato e danneggiato. Dopo la pressione della piazza, il ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani ha convocato, per venerdì 3 giugno, i vertici di Fincantieri e i sindacati nazionali per fare il punto sul piano di riorganizzazione industriale.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati