inCassati! / Fiera, scatta lo sciopero della divisa


Domani inizia il Cosmoprof e i dipendenti renderenno visibile in questo modo lo stato di agitazione proclamato ufficialmente oggi in assemblea.

15 aprile 2010 - 20:06

L’assemblea generale dei lavoratori dell’expo oggi ha proclamato l’inizio dello stato di agitazione: il primo atto eclatante sara’ lo sciopero della divisa a partire da domani, giornata d’apertura di Cosmoprof, una delle manifestazioni piu’ importanti del calendario.

I lavoratori della Fiera manifestano così “il profondo stato di preoccupazione in cui versano i dipendenti dell’azienda- spiega una nota del Consiglio dei delegati- che negli ultimi anni hanno assistito ad una rapida alternanza di amministratori delegati, nessuno dei quali e’, pero’, riuscito a garantire continuita’ ed una governance affidabile, capace di affrontare con competitivita’ questo mercato”.

“All’ultimo piano industriale- ricordano i lavoratori- sono stati concessi solo pochi mesi di vita, prima di essere sacrificato sull’altare di problemi politici, totalmente estranei agli interessi di stabilita’ e conservazione del posto di lavoro”. Il personale della Fiera lamenta infatti l’interruzione del confronto sul rinnovo della parte normativa del contratto, scaduta alla fine del 2007: “Da luglio non e’ stato fatto nessun progresso”.

Infine, i lavoratori ritengono “indispensabile” che sia sancito “con la massima chiarezza, che tutte le attivita’ svolte dai dipendenti di BolognaFiere continueranno ad essere affidate ai medesimi”, arrestando “l’operazione di esternalizzazione e affiancamento” ad opera di ditte esterne.

> Vai allo speciale di Zic: La Fiera delle precarietà

>  Nell’ambito del progetto inCassati!, promosso da Vag61 in collaborazione con Zic, prosegue la rubrica che raccoglie esperienze di resistenza e di lotta portate avanti dai lavoratori colpiti dalla crisi.

La redazione di Zeroincondotta

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati