Ecco il metodo Gasparri: la Polizia “previene” l’occupazione del liceo Copernico


Schierata la celere per bloccare gli studenti. Una decina di ragazzi identificati. “Volevamo dimostrare che con l’approvazione del ddl Gelmini non si ferma la nostra volonta’ di conquistarci un futuro”

29 dicembre 2010 - 19:43

Il capogruppo del Pdl al Senato, Gasparri, forte della sua natura fascista lo aveva chiesto a gran voce: intervenire “preventivamente” contro gli studenti che lottano contro il governo Berlusconi e per il proprio futuro. Detto, fatto. Almeno a Bologna, dove questa mattina la Questura ha schierato la celere per impedire l’occupazione del liceo Copernico. A tentare l’occupazione sono stati circa 80 studenti di diverse scuole della città, come spiega un ragazzo del Copernico.

“Mentre ci radunavamo fuori dall’istituto, comunque aperto in questi giorni per le attivita’ di segreteria- raccontano gli studententi- prima hanno cominciato a girare alcune auto della Digos, poi sono arrivate due camionette ed altre pattuglie con agenti in tenuta antisommossa”. Uno spiegamento “inaudito”, si commenta, “di fronte a studenti che volevano mettere in campo una modalita’ innovativa di protesta”. Una decina di ragazzi sono stati anche identificati.

Da qui alla riapertura delle scuole, spiegano gli studenti, all’interno del Copernico si sarebbero svolte diverse iniziative sullo stile di quelle viste durante le recenti occupazioni. “Volevamo dimostrare che con l’approvazione del ddl Gelmini non si ferma la nostra volonta’ di conquistarci un futuro”. L’iniziativa di oggi al Copernico è sfumata ma “non ci fermiamo qua”, assicurano però gli studenti, dando appuntamento ai primi giorni di gennaio.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati