Detto, fatto: in un mese 23 lavavetri denunciati


Il Comune di Bologna ci tiene a dimostrare di non aver bisogno dei suggerimenti di Pdl e Lega nord e diffonde i dati della battaglia “senza sconti” promessa dal comandante dei Vigili urbani, Di Palma.

21 agosto 2010 - 19:06

Negli ultimi giorni, complice un episodio di cronaca, Pdl e Lega nord ne hanno approfittato per riaccendere le polemiche e chiedere le maniere forti contro i lavavetri e tutti coloro che si arrangiano con un lavoro di strada per sopravvivere. Il Comune di Bologna, evidentemente, ci tiene a dimostrare di non aver bisogno di certi suggerimenti visto che oggi il comandante dei Vigili urbani, Carlo Di Palma, ha sentito l’urgenza di diffondere una nota con i “risultati” dell’ultimo mese di attività: gli 89 verbali “per violazione del regolamento comunale che vieta la raccolta di questue ed elemosine arrecando disturbo ai passanti”, altrettanti “sequestri del materiale utilizzato per il ‘lavaggio’ e dei proventi di tale attività”, 23 denunce “per il reato di molestie o disturbo alle persone”. Giusto un mese fa lo stesso Di Palma, con un’altra imperdibile nota, aveva promesso una battaglia “senza sconti” contro i lavavetri.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati