Centinaia in via Guerrazzi contro la sede di Casapound [3 fotogallery]


Riusciti il presidio e la proiezione di “Fascisti su Marte”. Soddisfatti i promotori, la mobilitazione contro la presenza fascista in quartiere continua.

05 febbraio 2011 - 23:31

In molti hanno partecipato al presidio in via Guerrazzi angolo via S.Petronio Vecchio, conclusosi pochi minuti fa, e hanno assistito alla proiezione all’aperto di Fascisti su Marte: già mezz’ora prima dell’appuntamento le presenze superavano il centinaio. Sin dai primi interventi è stata ribadita la solidarietà agli attivisti per i quali la procura ha chiesto il rinvio a giudizio in relazione a un’aggressione fascista di due anni fa.
Lo schermo per la proiezione era teso in mezzo alla strada, di lato appesi diversi striscioni. Uno, giallo, recitava Fascisti? Su Marte, uno è stato apposto dal centro sociale Tpo, ce ne erano anche due già visti in numerose occasioni negli ultimi anni: Contro ogni fascismo, in bianco su sfondo nero (portato da un mini corteo di anarchici arrivato da via Santo Stefano), e Nazifascisti, deponete le armi o perirete in nero su sfondo rosso.  La sede, come annunciato è rimasta chiusa.

Soddisfatti i promotori: «Il quartiere  e l’intero tessuto metropolitano si sono opposti alla presenza dei fascisti». Con la consapevolezza, ovviamente, che la mobilitazione per la chiusura della sede di Casapound non finisce qui e che è necessario tenere alta la guardia.

Frattanto a pochi metri di distanza, in Piazzetta dei Servi, si è tenuto, tra cori e petardi, l’altro presidio, convocato anomimamente da «Antifasciste e antifascisti»

> Gli scatti di Photoboom durante la proiezione del film


> Gli scatti di Michele Lapini durante la proiezione del film


> Le foto scattate dalla redazione tra le 19.30 e le 20.15

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati