Migranti

1453481655.png

Culture / L’inferno, sognando l’Europa

Daha, ancóra: è l’unica parola turca che conoscono i migranti . Ancóra acqua, ancóra pane, ancóra speranza.
 Un romanzo di Hakan Günday.

IMG-20160128-WA0003

“Libertà condivisa contro l’Europa delle frontiere” [audio]

Presidio mangereccio NoBorder davanti al consolato francese. Sollievo per la liberazione, ieri sera, di Martina, Valentina e Ornella. Rimane alta l’attenzione verso i migranti ancora in carcere dopo il corteo di Calais.

t

Blitz al Consolato austriaco: “Open borders!”

Tpo: “Al filo spinato, ai morti in mare, alle barriere e confini diciamo no! Salviamo le persone, apriamo canali umanitari di arrivo diretto, garantiamo la libera circolazione in tutto lo spazio europeo”.

Calais (foto twitter @LouisWitter)

“Da Calais a Bologna, libertà”

Domani giovedì 28 gennaio’016 alle 13 rete Eat the rich e Bologna NoBorders in presidio al Portico dei Servi in solidarietà alle attiviste italiane e ai migranti fermatI sabato al corteo nella città sulla Manica.

Calais jungle (foto twiiter @GlobalProject)

Opinioni / Frontiere come laboratori per chiudere gli spazi di dissenso

Riceviamo un contributo da alcuni compagni di Martina, Valentina e Ornella, attiviste arrestate sabato scorso alla manifestazione no border di Calais.

Foto da Calais Migrant Solidarity

Francia / Calais, “Martina, Valentina e Ornella libere, liberi tutti”

Dopo la manifestazione al porto per chiedere l’apertura delle frontiere, 35 persone, soprattutto migranti, sono state arrestate. Fino a sei mesi di prigione per chi ha occupato la nave. Rischiano l’espulsione le tre attiviste arrivate dall’Italia.

Corteo Calais (foto da twitter @mattilgale)

Francia / Migliaia al corteo no border a Calais, cariche e scontri

Grande manifestazione ieri per l’apertura delle frontiere e in solidarietà con i rifugiati: in corteo dalla “Giungla” di Calais fino al porto, dove è stato occupato dai migranti un battello per raggiungere l’Inghilterra.

Calais jungle (foto twitter @CWBIreland)

Francia / Ruspe in azione alla “Giungla” di Calais

Demolito un settore dell’accampamento nato a ridosso del tunnel della Manica. Il governo costruisce nuovi container ma c’è posto solo per un terzo degli abitanti. Si moltiplicano le aggressioni da parte di gruppi neonazisti.

Manifestazione antirazzista a Colonia (foto da twitter @Dana_Regev)

Opinioni / “Il capodanno del patriarcato e l’urgenza di una politica femminista”

∫connessioni precarie sui fatti di Colonia: “Solo assegnando una priorità politica alla presenza libera delle donne si può definire un terreno di lotta che non tema alcuna complicità con il razzismo”.

Migranti ex-Ena - © Michele Lapini

Profughi, volontariato o “nuova schiavitù”?

Usb: i lavori che svolgeranno i richiedenti asilo sono quelli di “altri lavoratori spesso anche loro migranti, retribuiti con un salario e licenziati quando c’è la possibilità di avere manodopera a zero euro”.

20-10-2015 Bologna, via Fioravanti 27. Sgombero dell'occupazione abitativa dell'Ex Telecom. Foto Michele Lapini/Eikon

Speciale / Un 2015 in movimento [cronaca+foto+video]

Gli articoli, le immagini e gli editoriali di Zeroincondotta per un resoconto (parziale) degli ultimi 12 mesi di mobilitazioni e notizie a Bologna.

Regione Emilia-Romagna - © Michele Lapini

Migranti: “Che fine ha fatto il tavolo promesso dalla Regione?”

Il Coordinamento incalza la vicepresidente Gualmini. Il caso di Yelena a Bologna: “Permesso pronto, ma rilasciato solo dopo aver pagato un legale”. E l’1 marzo “torneremo in piazza”.