Casa, Giunta con poca fantasia: “Occupare non è di sinistra” e “legalità”


Dopo l’azione di Asia e Bologna Prende Casa, riecco i ritornelli cofferatiani. Da Palazzo D’Accursio parla il vicesindaco (ancora per poco) Claudio Merighi.

13 febbraio 2010 - 14:52

“Occupare quello spazio non è di sinistra, è un atto violento e non responsabile che toglie diritti ad altri”. Questo il commento del vicesindaco Claudio Merighi dopo l’occupazione di questa mattina in via del Vivaio.  Merighi chiede agli occupanti di lasciare la struttura perchè è destinata ad accogliere madri e figli in situazione di grave difficoltà.

“Per quanto ci riguarda non esistono i saldi di fine stagione del diritto- manda a dire Merighi- non è con azioni violente di occupazione e con il danneggiamento che si ottengono risultati”. Quindi “finchè saremo nel pieno del nostro ruolo istituzionale- continua il vicesindaco- faremo valere il principio della legalità”. La struttura occupata, però, non è utilizzata da lungo tempo. Merighi si limita a dire: “Lo sarà, dobbiamo effettuare l’assegnazione ad una delle associazioni impegnate su questi temi”. Intanto è inutilizzata da quattro anni mentre a Bologna l’emergenza abitativa diventa ogni giorno più preoccupante. Questo è di sinistra?

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati