Bartleby, il Comune diffida l’Ateneo


Palazzo D’Accursio prende di mira le attività “rumorose”. Intanto l’Ateneo, dopo la minaccia di sgombero sventata pochi giorni fa, torna alla carica: “Via entro una o due settimane”.

06 giugno 2012 - 21:21

Respinto pochi giorni fa lo sgombero minacciato dall’Università, ora contro Bartleby interviene anche il Comune di Bologna: l’amministrazione comunale, infatti, ha inviato una diffida all’Ateneo affinchè nello spazio autogestito di via San Petronio Vecchio non si svolgano attività “rumorose”. Altrimenti, il Comune emetterà un’ordinanza per vietare l’utilizzo di apparecchiature di amplificazione all’interno di Bartleby. La notizia è arrivata oggi, durante una commissione svolta in Comune.

Intanto, proseguono le trattative con la stessa amministrazione per l’individuazione di un nuovo spazio. “Cosa che faremo a brevissimo”, assicura l’assessore alla Cultura, Alberto Ronchi. Il Pd, però, non si smentisce e frena sulla possibilità di una soluzione positiva della vicenda: “Bisogna capire a che punto siamo e vedere se possiamo aspettare la nuova sede”. Dal Pdl solito disco rotto: “Bisogna togliere dalle liste delle associazioni con cui fare delle convenzioni tutte quelle che occupano”.

Infine, l’Ateneo. Il prorettore agli studenti Roberto Nicoletti, diffida o meno e trattative o non trattative con il Comune, afferma che Bartleby “se ne deve andare” entro una settimana o al massimo due per far partire i lavori di ristrutturazione del complesso di via San Petronio Vecchio.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati