Anpi: “Il sangue dei vinti” sulla Rai è un insulto


Dura presa di posizione dell’Anpi bolognese contro la messa in onda, su Rai 1, dello sceneggiato tratto dal libro di Pansa: “Un insulto al sacrificio ed alla memoria di decine di migliaia di partigiani e cittadini”.

11 dicembre 2009 - 13:57

La messa in onda su Rai 1 de ‘Il sangue dei vinti’ “ha rappresentato un insulto al sacrificio ed alla memoria delle decine di migliaia di partigiani e cittadini torturati con efferatezza, uccisi, deportati nei lager, proprio nello stesso mese di dicembre in cui il programma e’ stato messo in onda”. E’ furente la presa di posizione del Comitato direttivo dell’Anpi di Bologna di fronte alle due puntate del film tratto dal libro del giornalista e scrittore Giampaolo Pansa.

“Si e’ offerta agli spettatori una descrizione falsata di un periodo storico comprendente la tragedia vissuta dal nostro Paese, trascinato in una guerra disastrosa dalla dittaturafascista e dal ruolo repressivo esercitato dalla Repubblica di Salo’ durante l’occupazione tedesca”, protestano i partigiani in una nota

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati