Altro che nidi… ci pensano le mamme


Da alcuni consiglieri provinciali la proposta di scaricare su altre mamme la soluzione alla mancanza di posti nei nidi bolognesi

22 ottobre 2009 - 17:24

L’insufficienza di posti nei nidi di Bolgna e provincia è un problema che si ripete, privando bambini e genitori della possibilità di usufruire di un servizio  essenziale.  Anche quest’anno infatti le liste di attesa sono lunghe e invece di investire per creare nuove strutture e assumere altro personale alcuni consiglieri provinciali di entrambi gli schieramenti, hanno proposto, questa mattina, durante la commissione Servizi Sociali,  di affidare ad altre mamme il compito di sostituirsi alle carenze del servizio pubblico, facendo in sostanza da baby sitter ad altri bambini. Che sia in corso in Italia , come in tutta Europa, un processo di smantellamento del welfare pubblico è sotto gli occhi di tutti ormai da tempo, quello che di solito sfugge, e che questa proposta pretende persino di istituzionalizzare, è che ciò si traduce in continuo aumento dei compiti di riproduzione e di cura  affidati alle donne, secondo una precisa divisione del lavoro, che le vuole madri, mogli e badanti.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati