Acabnews Bologna

Aggressione razzista in via Sant’Isaia

Nei giorni scorsi malmenati a bastonate due commercianti bengalesi. In azione tre individui che in base alle testimonianze hanno proferito insulti come “negro di m…” e si sono dichiarati “fascisti”. Lo riportano le pagine di Repubblica.

17 Agosto 2018 - 17:26

“Aggressione a sfondo razzista. Malmenato un bengalese”. E’ il titolo di una notizia riportata in questi giorni sulle pagine bolognesi di Repubblica. L’articolo risale a mercoledì e riguarda un episodio del giorno prima. Questo il testo: “Aggressione a sfondo razzista ieri in via Sant’Isaia 39 ai danni di un commerciante bengalese picchiato con un bastone da tre individui che gli hanno gridato insulti (‘negro di m…’) e andandosene si sono dichiarati ‘fascisti’ proclamando ‘qui comandiamo noi’. Almeno sono queste le frasi riferite alla polizia dai testimoni che sono accorsi attirati dalle grida del commerciante e dai vicini. Tra essi un altro commerciante, anch’egli di nazionalità bengalese, che gestisce una pizzeria a fianco, pure lui malmenato. Il fatto è accaduto intorno alle 16,45. I tre si sono presentati nel negozio di alimentari e hanno iniziato a discutere. In breve, dalle parole gli aggressori sono passati alle botte usando il bastone che il commerciante usa per chiudere la saracinesca del negozio. Il connazionale che è accorso in suo aiuto è stato a sua volta preso a bastonate. Dopo questa, che pare una vera e propria spedizione punitiva, i tre individui se ne sono andati gettando il bastone sotto un’auto. In poco tempo si è formato un capannello fuori dal negozio e qualcuno ha avvertito la polizia, intervenuta con tre volanti. Degli aggressori non è però stata trovata traccia. Forse qualcosa in più potrà scaturire dall’esame delle telecamere situate nella zona di Sant’Isaia. Dalle frasi pronunciate l’aggressione è opera di estremisti di destra”.

Condividi

Articoli correlati