Via Serlio, un altro sfratto bloccato


Dopo quello di ieri a Crespellano. Riceviamo e pubblichiamo da Asia/RdB

12 marzo 2010 - 14:29

Un altro sfratto bloccato. Questa mattina gli attivisti di AS.I.A. sono riusciti a rinviare lo sfratto di via Serlio, a carico di una ragazza madre con una bambina piccola che non riesce più a pagare l’affitto di 550 euro con uno stipendio di 800 euro. Ogni giorno è un susseguirsi di sfratti, a cui solo la resistenza degli inquilini riesce a far fronte. L’AS.I.A torna a chiedere con forza il blocco degli sfratti come misura emergenziale di fronte alla crisi. Le soluzioni possono essere molteplici, dal rilancio dell’edilizia residenziale pubblica alla requisizione degli alloggi privati sfitti. E’ ora che la Regione Emilia Romagna assuma il problema casa come prioritario. Purtroppo non è quello che la politica sta dimostrando in questi giorni. Calati nel teatrino delle prossime elezioni regionali, gli esponenti dei partiti in corsa si scontrano sulla questione “morale”. Per gli inquilini resistenti oggi è prioritario la questione sociale!. Quando questi stessi partiti parlano di crisi e di emergenze è in modo strumentale e propagandistico. Singolare è sentire parlare di emergenza da chi, quando stava al governo della città, non ha esitato a sgomberare occupazioni a scopo abitativo di famiglie di inquilini sfrattati, trattando il problema casa come un problema di ordine pubblico.

AS.I.A.-RdB Bologna

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati