Valsusa / Il giorno degli espropri: una proprietaria per tre ore ammanettata alle reti, occupate A32 e Statale [video]


I #NoTav non danno vita facile alle operazioni di ampliamento del non-cantiere. Intanto, a Paola (Cz) bloccata ferrovia tirrenica, a Genova blitz alla sede Pd, in serata manifestazioni in decine di città. Cariche a Palermo

11 aprile 2012 - 17:20

Succede un po’ di tutto nel primo giorno di espropri per l’allargamento del non-cantiere in Val Clarea. Da stamattina è occupata l’A32 all’altezza della galleria Prapontin. Per le 17.30, sulle carreggiate dell’autostrada, è prevista un’assemblea popolare. Dalle 15 è stata bloccata anche la statale 24 tra Chianocco e Bussoleno.

Attorno alla baita Clarea le operazioni sono iniziate intorno alle 10, da subito accompagnate da battiture, cori, vuvuzelas. Nel pomeriggio Marisa, una delle proprietarie dei terreni, frazionati in piccolissimi lotti, si è ammanettata alle reti e vi è rimasta per oltre tre ore sostenuta dai tanti valsusini presenti.

> Nel video di notav.info Marisa spiega il suo gesto

Mentre stanno per iniziare presidi convocati in molte città italiane, ci sono già state azioni eclatanti di solidarietà nei territori: in Calabria è stata bloccata la stazione di Paola, paralizzando la linea tirrenica delle Ferrovie dello Stato. A Genova blitz alla sede del Pd.

> In serata manifestanti caricati a Palermo: leggi su Infoaut 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati