Val di Susa / Ancora sgomberi dei blocchi, identificati i manifestanti


Un altro pomeriggio di lacrimogeni e idranti per i NoTav che da 2 giorni bloccano la A32. Intanto migliorano le condizioni di Luca.

29 febbraio 2012 - 19:48

Ricomincia attorno alle 16 il tentativo di sgombero del blocco autostradale nei pressi di Chianocchio. Un imponente dispiegamento  di forze dell’ordine provenienti da nord e da sud ha raggiunto il presidio che da 2 giorni occupa l’autostrada 32.  Ruspe, idranti e  una lunga fila di camionette hanno sgomberato una della barricate sulla rampa dello svincolo di Chianocchio avvicinandosi ai manifestanti che hanno a lungo resisitito ai lacrimogeni e agli idranti rimanendo seduti a terra circondati dalle forze dell’ordine. Le forze dell’ordine sono state costrette a postare di peso uno a uno i manifestanti sul ciglio della strada, una donna è stata anche portata via in ambulanza per un malore. In aiuto ai NoTav bloccati dalla ferze dell’ordine sono giunti centinaia di manifestanti dall’altro blocco in corso sulla statale 25. I manifestanti sono stati poi identificati e lentamente rilasciati e tutt’ora si trovano a bordo dell’autostrada.

Nel frattempo sono giunte nuove notizie sulle condizioni di Luca, l’ultimo bollettino medico indica ufficialmente che Luca ha il 90% di possibilità di sopravvivere. Il rene funziona meglio e anche il problema al polmone sembra essere in via di miglioramento. Resterà però in coma farmacologico almeno fino a sabato.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati