Usb, un migliaio in corteo da Piazza Liber Paradisus a Palazzo d’Accursio


Il sindacato di base denuncia: «Denuneceremo Cancellieri per comportamento antisindacale, ci ha impedito illegalmente di tenere un’assemblea»

29 settembre 2010 - 21:56

Dipendenti comunali, maestre degli asili nidi, dipendenti provinciali, attivisti di Asia Usb, con striscioni contro la proposta di Acer di aumentare i canoni d’affitto delle case popolari. Erano circa un migliaio i manifestanti che hanno partecipato oggi al corteo indetto dall’Unione Sindacale di Base.

I dipendenti comunali hanno contestato i tagli di 12 milioni al personale che comporteranno, secondo il sindacato, il rischio per quattrocento precari di non vedere confermato il proprio posto di lavoro.

«Il commissario Anna Maria Cancellieri ha impedito in maniera illegale di tenere l’assemblea che avevamo convocato, e per questo la denunceremo per comportamento antisindacale», ha dichiarato Massimo Betti di Usb in riferimento ai motivi, giudicati pretestuosi, con cui l’amministrazione ha negato ai dipendenti comunali un’assemblea che richiesta da Usb.

«Ci hanno scritto che non potevano accettare un’assemblea convocata con un ordine del giorno che conteneva la parola “lotta”», denuncia Betti, e aggiunge: «Ci ritengono irresponsabili perchè riveliamo ai lavoratori le discussioni di palazzo, ma è proprio
questo che un sindacato deve fare»

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati