Usb, tre giorni di iniziative sotto la Regione


Da martedì 10 a giovedì 12 maggio’011 sei presidi in viale Aldo Moro per “mettere al centro il lavoro, il reddito, la casa i diritti e la dignità”.

08 maggio 2011 - 14:20

Settimana di iniziative Usb presso la sede della Regione Emilia Romagna

No Vasco io non ci casco

> martedi´ 10 maggio ore 15.00 – presidio pubblico impiego agenzie fiscali e parastato contro chiusura uffici pubblici

> mercoledi´ 11 maggio ore 9.30 – presidio lavoratori trasporti contro patto sulla mobilita´

> mercoledi´ 11 maggio ore 17.00 – presidio lavoratori scuola contro tagli e privatizzazioni

> giovedi´ 12 maggio ore 10.00 – presidio lavoratori sanita´ contro tagli e privatizzazioni

> giovedi´ 12 maggio ore 15.00 – presidio asili nido contro tagli e privatizzazioni

> giovedi´ 12 maggio ore 17.00 – presidio coop sociali contro tagli al welfare

Di fronte alla crisi economica e sociale il governo regionale non è stato in grado di dare risposte diverse da quelle del governo centrale: tagli al welfare, massicce privatizzazioni, politiche di compressione dei salari, nessun ammortizzatore sociale per disoccupati e precari, nessuna integrazione alla cassa integrazione, finanziamenti massicci alle imprese,nessuna politica della casa degna di questo nome.

Le disastrose politiche della giunta di Vasco Errani sono state sostenute da accordi di complicità sottoscritti con cgil, cisl, uil e ugl e dalla volontà di azzerare ogni forma di democrazia sindacale per la paura che possa divenire strumento di organizzazione e di raccordo del conflitto sociale e lavorativo.

Dopo varie manifestazioni di fronte alla Regione Emilia Romagna per protestare contro le politiche economiche e della casa abbiamo ottenuto solo false promesse e silenzi.

Perciò, riprendiamo la mobilitazione in Viale Aldo Moro sotto il palazzo della Regione per rilanciare un progetto volto a mettere al centro il lavoro, il reddito, la casa i diritti e la dignità.

Usb Emilia Romagna

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati