Università, in corteo un migliaio di studenti e ricercatori: di nuovo bloccati i viali [foto+audio]


L’annunciato flash mob alle Due Torri diventa un corteo che invade il rettorato e blocca Porta San Vitale . Rinviata l’approvazione del ddl Gelmini, martedì nuova giornata di lotta.

25 novembre 2010 - 18:26

Poco dopo le 12 di stamattina, mentre si scioglieva in Piazza Maggiore il corteo degli studenti medi caricato in piazza delle Medaglie d’Oro, sotto le Due Torri si concentrava un presidio di ricercatori e precari dell’ateneo a cui avevano aderito gli studenti di Bartleby. Per alcune decine di minuti, in circa duecento hanno bloccato il traffico all’incrocio tra via Rizzoli e Piazza di Porta Ravegnana. Tra i cartelli esposti, alcuni riproducevano l’aspetto dei prodotti “discount” venduti in una nota catena di supermercati con scritte come «Studente primo prezzo, da consumarsi preferibilmente entro lo sciopero generale»

Dopo il blocco del traffico, mentre la partecipazione aumentava visibilmente, la decisione di muoversi in corteo. Circa un migliaio di persone ha manifestato lungo via Indipendenza, via Righi, via delle Moline, via de’ Castagnoli, via Zamboni. Dopo essere passati all’interno del rettorato i manifestanti hanno proseguito su via Belmeloro fino a Viale Filopanti, per poi bloccare nuovamente il traffico in Porta San Vitale. Infine ultimo tratto di corteo, lungo via San Vitale e via Petroni, e l’arrivo in Piazza Verdi.

Durante il corteo arriva la notizia del rinvio a martedì prossimo della votazione del ddl Gelmini in aula: «Per lunedì stiamo organizzando un’assemblea d’ateneo – spiega Roberto di Bartleby – per martedì vogliamo creare nuove forme più complesse e più complete di blocco della città, con una composizione nuova che vada dagli studenti medi ai ricercatori»

> Guarda le foto:

> Ascolta le valutazioni di Roberto a fine corteo:

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati