Time out! Nel cuore di Bologna è sciopero metropolitano [foto]


Moltissime persone stanno occupando la ‘T’, paralizzando il centro della città. Interventi, musica e altre iniziative in corso. Alle 17 appuntamento con la contestazione al ministro Maroni.

06 maggio 2011 - 16:05

Tra le 200 e le 300 persone, dalle 13 di oggi, stanno occupando l’incrocio tra via Indipendenza, via Ubo Bassi e via Rizzoli. E’ il Time out! annunciato nei giorni scorsi per generalizzare lo sciopero trasformando la ‘T’, il cuore del centro di Bologna, nella piazza del reddito, del welfare e della cultura.

“Tempo di sciopero- recita uno striscione- tempo di vita”. Dopo un pranzo sociale si stanno esibendo diversi gruppi musicali, a cui seguiranno per tutto il pomeriggio altre iniziative culturali ed artistiche. Il traffico del centro, naturalmente, è paralizzato. “Stiamo bloccando la circolazione, ci stiamo riprendendo il centro di Bologna e stiamo praticando il nostro sciopero metropolitano”, spiegano gli attivisti.

Tra i  numerosi interventi anche quello di alcuni ragazzi tunisini, arrivati a Bologna dopo lo sbarco a Lampedusa: hanno spiegato che in questi giorni sono costretti a dormire nel parco della Montagnola, senza ricevere alcun sostegno. Non a caso la ‘T’, oggi, è anche la piazza del rifiuto delle politiche razziste e xenofobe del Governo, rappresentate dalla presenza annunciata in città del ministro leghista Roberto Maroni: “Gli invasori siete voi- si legge su un cartello- no ai respingimenti”. Dalla piazza, quindi, si rilancia l’appuntamento per le 17: tutte e tutti alla ‘T’ per contestare Maroni. Visto che il ministro è atteso per una conferenza stampa nella sede della Lega di via Nazario Sauro, alcune camionette dei carabinieri sbarrano la strada in via Ugo Bassi.

> Guarda le foto:
.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati