Tendopoli: presidio alla sede Rai contro il silenzio stampa [foto]


Mentre arriva al sesto giorno la tendopoli di Piazza Liber Paridus, oggi una delegazione ha manifestato davanti alla Rai regionale contro il silenzio dei media sulla lotta degli inquilini. Comunicato e foto da Asia e Bpc.

12 aprile 2010 - 20:44

L’emergenza nascosta: 6 giorno di tendopoli

La tendopoli degli inquilini resistenti solidarizza con la lotta degli operai della Fini Compressori

E’ ormai da 6 giorni che esiste una tendopoli davanti al Comune di Bologna in piazza Liber Paradisus portata avanti da chi ha il problema casa perché non riesce più a pagare un affitto. Stiamo parlando di famiglie di lavoratori che per colpa della crisi hanno perso il lavoro o sono andati in cassa integrazione e sono entrati in emergenza abitativa.

E’ la condizione di migliaia di famiglie sul territorio bolognese. Di fronte a tutto questo le amministrazioni sia sul piano comunale che regionale non stanno intervenendo e la situazione di emergenza cresce ogni giorno, a causa dell’aumento degli sfratti per morosità. L’emergenza abitativa deve essere risolta e non deve essere ne trattata come un problema di ordine pubblico ne ignorata.

La tendopoli continua e una delegazione degli inquilini resistenti è oggi davanti alla RAI Regionale per denunciare il silenzio stampa che è stato tenuto dai maggiori organi di informazione in questi giorni. Le aziende che chiudono, il disagio abitativo, l’aumento della precarietà sociale fanno meno notizia di veline, nani e cocaina. Si parla della precarietà sociale e di chi la subisce solo in termini di elemosina. La censura è stata utilizzata contro l’informazione in periodo pre-elettorale, questa stessa censura non deve oggi essere utilizzata contro chi resiste alla crisi, lottando per ottenere una vita dignitosa e diritti sociali. Gli inquilini resistenti solidarizzano con la lotta degli operai della Fini compressori, che oggi stanno bloccando i cancelli della fabbrica con cassonetti. Anche davanti alla fabbrica della Fini si sta pensando di attrezzare una tendopoli.

La lotta degli operai è la stessa degli inquilini resistenti: per il diritto al lavoro, alla casa, al reddito!.

Per il blocco degli sfratti Per la requisizione delle case sfitte Per le case popolari Per la tutela degli insolventi al mutuo prima casa

Bolognaprendecasa
Asia-rdb

> Guarda le foto:

DSCN1960

DSCN1962

DSCN1971

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati