Tav, si apre una voragine nel cantiere di via Carracci


Il terreno è sprofondato aprendo un buco di diversi metri. Preoccupati i cittadini della zona, che abitano a pochi passi dal cantiere. Per le Fs solo un “inconveniente”.

10 novembre 2010 - 15:20

Un buco nel terreno di diversi metri di diametro, talmente grande dainghiottire alcuni macchinari inghiottendo macchinari ed un muretto.E’ la voragine che si è aperta questa mattina all’interno del cantiere Tav di via Carracci, a pochi metri dalla strada e dalle abitazioni. A provocarla, a quanto risulta dai primi accertamenti, è stato un cedimento che ha riguardato la parte del tunnel appena scavata e non ancora consolidata.

Per evitare i curiosi ed i cronisti, e’ stato subito schermato il cancello che immette nel piazzale in cui il terreno e’ sprofondato.

L’episodio, naturalmente, preoccupa ancora di più i cittadini che da anni, vivendo nei pressi della stazione centrale, sono costretti a subire i pesanti lavori richiesti dall’Alta velocità. “Chiediamo maggiore prevenzione e attenzione perche’ la gente che abita in zona dorma tranquilla”, spiegano dal Comitato via Carracci.

Le Fs parlano di un “inconveniente”, aggiungendo che  “si tratta di fenomeni non inconsueti in opere di questo genere quando si attraversano terreni molto eterogenei”.

Il Comitato di via Carracci, intanto, ha da poco incassato un’importante vittoria con la sentenza del Tribunale di Bologna che impone di ridurre le emissioni delle polveri del cantiere. Un’ordinanza trasmessa anche alla Procura per accertamenti su eventuali controlli mancati.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati