Tanti in piazza al fianco dei NoTav [foto]


Presidio in piazza Nettuno e poi corteo verso la Prefettura: “Giu’ le mani dalla Val Susa”. Lungo il percorso contestati Bernardini della Lega e Carella del Pdl.

27 giugno 2011 - 20:05

Alcune centinaia di persone hanno accolto l’appello a scendere in piazza, anche a Bologna, per manifestare il solidarietà con la popolazione della Val di Susa che stamattina ha subito l’assalto delle forze dell’ordine nel tentativo di resistere ai lavori per l’Alta velocità tra Torino e Lione.

Ritrovatisi in piazza Nettuno, al suono dello slogan “Giu’ le mani dalla Val Susa” i manifestanti hanno deciso di muoversi in corteo verso la Prefettura, imboccando via Ugo Bassi e mandando in tilt il traffico del centro. Tra gli striscioni: “No Tav secondo round, sara’ dura”; “Complici della Val Susa per la difesa dei beni comuni”; “Tav: quattro anni di ritardi, otto anni di arroganza” (questo esposto dai cittadini del Comitato di via Carracci, che da anni subiscono l’impatto dei lavori per l’Alta velocità anche a Bologna).

Percorrendo via IV Novembre i manifestanti hanno incrociato, fuori da un bar, i consiglieri comunali Manes Bernardini e Daniele Carella, il primo della Lega nord e il secondo del Pdl. I due sono stati rumorosamente contestati, poi è partito un lancio di monetine al grido di “Bernardini paga il conto”. I due esponenti dei partiti al Governo si sono rifugiati all’interno del bar, che ha chiuso la saracinesca, mentre sul posto sono arrivati i Carabinieri in tenuta anti-sommossa. I manifestanti hanno ripreso a sfilare, concludendo il corteo in piazza Maggiore.

> Guarda le foto:
.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati