Coordinamento migranti: “E’ il momento della lotta”

Con lo sciopero del 22 e la manifestazione del 23 marzo “i migranti hanno alzato la testa e mostrato che questo è il momento di cancellare la Bossi-Fini, il razzismo istituzionale, lo sfruttamento e la precarizzazione”.

Tanti in piazza per urlare: “Basta Bossi-Fini” [foto + audio]

In base alle stime degli organizzatori, 2.000 persone hanno partecipato alla manifestazione generale dei migranti che si è svolta oggi a Bologna. Delegazioni da molte città. Report, foto e audio.

“Non possiamo più abbassare la testa”

Il Coordinamento Migranti presenta il corteo nazionale di sabato 23 marzo’013 da piazza XX settembre. Per una vera politica dell’accaglionza, contro i ricatti della Bossi-Fini e la precarietà, con le donne “respinte dal mondo del lavoro”.

“Cancelliamo la Bossi-Fini” [video+adesioni aggiornate]

Sabato 23 marzo’013 manifestazione nazionale dei migranti a Bologna, con partenza alle 15 da piazza XX Settembre. Pubblichiamo uno degli spot video e l’elenco delle prime adesioni.

“Ristrutturazione? Il Cie va chiuso”

Il Coordinamento migranti, rilanciando la manifestazione nazionale del 23M: “Non c’è nessuna ristrutturazione da fare per un posto dove si perde la libertà solo perché la Bossi-Fini, Questure e Prefetture impediscono di avere i documenti”.

Migranti in piazza il #23M: “Ricominciamo a sognare”

Continua la preparazione della manifestazione nazionale di sabato 23 marzo’013, con partenza alle 15 da piazza XX Settembre: “Basta razzismo e sfruttamento! Cancelliamo la Bossi-Fini!”.

Una manifestazione nazionale contro la Bossi-Fini

La decisione, inattesa, della partecipata assemblea dei migranti di ieri. “Da tutte le città e i luoghi di lavoro: il 23 marzo riempiamo Bologna!”.

“Liberarci dalla Bossi-Fini”, assemblea generale dei migranti

Domenica 17 febbraio’013 ore 15 a Xm24, via Fioravanti 24, per “costurire una mobilitazione regionale”. Il Coordinamento Migranti: “Nessun nuovo governo risolverà i nostri problemi”.

Coordinamento migranti: “Noi non ce ne andiamo”

Dall’incontro con Questura e Prefettura sul rilascio dei permessi di soggiorno “solo risposte confuse, emerge un quadro agghiacciante con i migranti usati come emblema della finta lotta a evasione fiscale, lavoro nero e crisi del welfare”.

Coordinamento migranti: “La Questura complica volutamente il rilascio dei permessi”

A due mesi di distanza dal presidio del 30 giugno, “nessun cambiamento di rotta visibile da parte di Questura e Prefettura”.

Terremoto, apertura sulla moratoria dei permessi di soggiorno [foto]

Oltre un centinaio in presidio in Piazza Roosevelt, una delegazione sale a colloquio con il capo di gabinetto della Prefettura e un funzionario dell’ufficio immigrazione della Questura. Trasmesso a Roma l’appello per la moratoria.

Terremoto, “Noi non ce ne andiamo”: 700 firme

Prosegue la campagna del Coordinamento Migranti per una moratoria sui permessi di soggiorno nelle zone terremotate. Sabato 30 giugno’012 dalle 10,30 presidio sotto la Prefettura.