Sui muri le “lauree” per Napolitano [foto]


Iniziativa di comunicazione firmata da #OccupyBologna, con manifesti e scritte sui muri, in vista dell’arrivo a Bologna del presidente della Repubblica.

25 gennaio 2012 - 18:40

Prosegue l’agitazione politica verso la giornata di contestazione lanciata da #OccupyUniBo per il 30 gennaio prossimo, quando l’Università di Bologna inaugurerà l’anno accademico consegnando una laurea honoris causa a Giorgio Napolitano

Dopo l’assemblea di ieri sera in via Zamboni, in cui si è deciso in tanti e tante di lanciare il concentramento alle 10 di mattina e di farlo precedere da una piazza tematica sin dalle 9, oggi è stata messa in pratica una nuova azione comunicativa.

I muri della zona universitaria sono infatti tornati a parlare, sia riportando delle scritte che rilanciavano gli appuntamenti decisi ieri nell’assemblea serale di via Zamboni 38, sia affiggendo a colla manifesti-fake che riproducevano le lauree che il 30-01 andremo a consegnare al Presidente della Repubblica: quella in politiche di austerity, quella in manovre lacrime e sangue, quella per aver portato le banche al governo del paese, quella per aver firmato la legge Gelmini, quella per aver istituito i CIE (ex CPT). Foto in allegato..

Se alla comunicazione politica di chi, come i movimenti sociali, non ha televisioni e giornali, si risponde con la censura sui social network e con le denunce per le scritte sui muri, oggi è stata data una risposta che dice: i muri sono le nostre bacheche, e ce li riprendiamo quando ci pare! Il 30-01 saremo all’altezza di Napolitano: porteremo in piazza ancora una volta le lotte sociali contro l’austerity e la precarietà!

#OccupyUniBo

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Share on Tumblr


Articoli correlati